Continental Cup: Il Renon asfalta lo Jesenice per 6:1

Inizia alla grande il secondo turno di Continental Cup per il Renon. I campioni d’Italia hanno battuto venerdì sera a Collabo, davanti a 1.000 spettatori, gli sloveni dello Jesenice, diretto avversario nell’AHL, con un netto 6:1.

Stasera il Renon ha dovuto fare a meno del solito Radovan Gabri, mentre gli sloveni si sono presentati al gran completo. Ai padroni di casa bastano soli 91 secondi per passare in vantaggio. Andreas Lutz supera il portiere sloveno Clarke Saunders con un potente tiro dalla linea blu. Al nono minuto il Renon raddoppia: bell’azione di Imants Lescovs, che brucia l’intera difesa dello Jesenice, battendo poi anche l’incolpevole Saunders. I campioni d’Italia non si fermano ed al 12° calano il tris con Alex Frei, che colpisce in contropiede. Dominio assoluto dei “Buam”, mentre gli ospiti non riescono ad entrare in partita.

36 secondi dopo la ripresa del gioco il Renon esulta nuovamente con Henrik Eriksson, che trafigge Saunders per il 4:0. Con la partita ormai già decisa, la squadra di Collalbo continua a dilagare e trova il quinto gol con Dan Tudin. Dopo questa rete si chiude anche la serata da incubo du Saunders. Al 28° è ancora il capitano Tudin a firmare il 6:0. Poi Simon Kostner si becca una penalità partita di 5+20 minuti per un colpo di bastone. Lo Jesenice riesce ad accorciare in powerplay con Luka Kalan, che segna il 6:1.

Poi non succede più nulla, i “Buam” vincono meritatamente, anche grazie ad uno strepitoso Thomas Tragust, man of the match, che ha parato tutte le 40 conclusioni avversarie. Grazie a questa vittoria la squadra di Lehtonen si porta in testa alla classifica insieme agli ungheresi del Budapest, che si sono imposti nel pomeriggio per 8:0 sul Belgrado.

Domani contro il Belgrado

Domani alle 20 ci sarà a Collalbo il confronto tra il Renon ed i serbi del Belgrado. Lo Jesenice affronterà invece alle ore 16 il Budapest. Con un altro successo i “Buam” farebbero un grande passo verso la semifinale. Solo il vincente di questo gruppo si qualificherà per il prossimo turno.

 

Rittner Buam – HDD Jesenice 6:1 (3:0, 3:1, 0:0)

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Kai Lehtinen-Ivan Tauferer, Christoph Vigl-Imants Lescovs, Alexander Brunner-Andreas Lutz; Olegs Sislannikovs-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Alex Frei-Dan Tudin-Thomas Spinell, Kevin Fink-Julian Kostner-Markus Spinell, Jakob Prast-Alexander Eisath-Stefan Quinz, Manuel Öhler, Alexander Brunner
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

HDD Jesenice: Clarke Saunders (ab 26.58. Ziga Kogovsek); Andrej Tavzelj-Nik Pem, Nejc Stojan-Aljosa Crnovic, Ziga Urukalo-Rauh Lan Brun; Erik Svetina-Tadej Cimzar-Luka Basic, Gasper Glavic-Gasper Sersen-Urban Sodja, Miha Brus-Luka Kalan-Blaz Tomazevic, Rok Avsenek-Jaka Sodja-Jaka Sturm, Patrik Rajsar
Coach: Gaber Glavic

Arbitri: Stefan Siegel, Tim Tzirtziganis (Matthias Cristeli, Piero Giacomozzi)

Reti: 1:0 Andreas Lutz (1.31), 2:0 Imants Lescovs (9.00), 3:0 Alex Frei (12.15), 4:0 Henrik Eriksson (20.36), 5:0 Dan Tudin (26.58), 6:0 Dan Tudin (28.51), 6:1 Luka Kalan (34.38)

Penalità: Rittner Buam 35 – HDD Jesenice 8

 

2° turno Continental Cup, Gruppo B a Collabo/Renon:

venerdì 19 ottobre
MAC Budapest – Crvena Zvezda Belgrado 8:0 (1:0, 6:0, 1:0)
Rittner Buam – HDD Jesenice 6:1 (3:0, 3:1, 0:0)

sabato 20 ottobre
ore 16.00: MAC Budapest – HDD Jesenice
ore 20.00: Rittner Buam – Crvena Zvezda Belgrado

domenica 21 ottobre
ore 14.00: Crvena Zvezda Belgrado – HDD Jesenice
ore 18.00: Rittner Buam – MAC Budapest

Classifica
1. MAC Budapest 3 punti/1 partita (8:0)
2. Rittner Buam 3/1 (6:1)
3. HDD Jesenice 0/1 (1:6)
4. Crvena Zvezda Belgrado 0/1 (0:8)