Neanche l’EC Bregenzerwald riesce a fermare il Renon

Continua la striscia di successi per il Renon. I “Buam”, freschi campioni d’Italia, mercoledì sera si sono imposti nella 31° giornata dell’Alps Hockey League in trasferta sull’EC Bregenzerwald nettamente per 8:4.

Per la squadra di Lehtonen era l’undicesima vittoria di fila, la 21° nelle ultime 23 uscite. In classifica il Renon sale al secondo posto a quota 71 punti, a pari merito con il Ljubljana. Stasera il coach finlandese ha concesso un turno di riposo al portiere titolare Thomas Tragust, lasciando così spazio al suo vice Hannes Treibenreif. Contro i “Wälder”, 14° forza del campionato, i “Buam” hanno dominato fin dall’inizio. Dopo soli 55 secondi Alex Frei apre le marcature. Al 15esimo ci pensa Olegs Sislannikovs, man of the match lo scorso weekend contro l’Asiago, a segnare il gol del raddoppio. Subito dopo gli austriaci provano a riaprire il match con Henrik Neubauer, che accorcia sull’1:2. Su questo punteggio le due squadre vanno anche al primo riposo.

Nel periodo centrale piovano reti, ben sette. 24 secondi dopo la ripresa segna ancora Sislannikovs, neanche due minuti più tardi si iscrive nella lista marcatori pure Alexander Eisath. Al 23.11 è nuovamente l’attaccante lettone Sislannikovs, che segna il suo personale hattrick per il 5:1. Qui finisce anche la serata del portiere titolare del Bregenzerwald Felix Beck, che deve lasciare il posto a Karlo Skec. Poi il Renon rallenta i ritmi, consentendo ai padroni di casa di accorciare le distanze con Maximilian Egger e Mikko Virtanen. A pochi secondi dalla seconda sirena il gardenese Simon Kostner e Frei allungano sul 7:3.

Ad un quarto d’ora dalla fine, la stella degli austriaci, Daniel Ban, trova il gol del 7:4. Il punto finale lo mette però il bomber caldarese Frei, che segna nella porta vuota il gol dell’8:4 che vale la tripletta personale.

 

 

EC Bregenzerwald – Rittner Buam 4:8 (1:2, 2:5, 1:1)

EC Bregenzerwald: Felix Beck (Karlo Skec); Bernhard Fechtig-Georg Waldhauser, Panu Hyppä-Thomas Vallant, Otto Eemeli Linke-Raphael Wolf, Maximilian Egger-Felix Vonbun; Aleksi Juhani Järvinen-Daniel Ban-Simeon Schwinger, Philipp Pöschmann-Mikko Virtanen-Christian Haidinger, Christian Ban-Maximilian Hohenegg-Henrik Neubauer, Julian Zwerger-Lucas Haberl-Kai Fässler
Coach: Markus Jonnikkala

Rittner Buam: Hannes Treibenreif (Thomas Tragust); Andreas Lutz-Tobias Brighenti, Ivan Tauferer-Christoph Vigl, Patrik Luza-Imants Lescovs; Olegs Sislannikovs-Dan Tudin-Thomas Spinell, Alex Frei-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Stefan Quinz-Julian Kostner-Markus Spinell, Kevin Fink-Alexander Eisath-Philipp Pechlaner
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

Arbitri: Leopold Durchner, Simone Lega (Gerhard Reisinger, Simone Vignolo)

Reti: 0:1 Alex Frei (0.55), 0:2 Olegs Sislannikovs (16.13), 1:2 Henrik Neubauer (18.27), 1:3 Olegs Sislannikovs (20.24), 1:4 Alexander Eisath (22.37), 1:5 Olegs Sislannikovs (23.11), 2:5 Maximilian Egger (26.23), 3:5 Mikko Virtanen (32.23), 3:6 Simon Kostner (37.48), 3:7 Alex Frei (39.50), 4:7 Daniel Ban (44.09), 4:8 Alex Frei (58.48)

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 31 giornate

1. HC Val Pusteria 86 punti (+1 partita)
2. Rittner Buam 71
3. HK Olimpija 71
4. Red Bull Juniors 66 (+1 partita)
5. Asiago Hockey 63
6. EHC Lustenau 60
7. VEU Feldkirch 58 (+2 partite)
8. Wipptal Broncos 53
9. HDD Jesenice 49 (-1 partita)
10. SG Cortina 48
11. HC Gherdeina 37
12. EC Kitzbühel 35 (+1 partita)
13. EK Zeller Eisbären 30 (+3 partite)
14. EC Bregenzerwald 26
15. EC Klagenfurt II 20 (+1 partita)
16. HC Milano 17 (-1 partita)
17. Fassa Falcons 11