Renon eliminato ai quarti di finale dal Lubiana

Finisce ai quarti di finale l’avventura dei Rittner Buam nei playoff dell’Alps Hockey League. Giovedì sera i campioni d’Italia si sono dovuti arrendere in Gara 6 a Collalbo al Lubiana per 3-1. Gli sloveni staccano così il biglietto per la semifinale, chiudendo la serie al meglio delle sette partite sul 4 a 2.

In una serie, dove il Renon è partito da outsider, la squadra dell’ormai ex coach Riku Lehtonen ha dimostrato sempre carattere, giocandosi tutte le partite fino all’ultimo. Lubiana, considerato da tanti come una delle favorite per il titolo, ha faticato parecchio contro questi “Buam”. Il Renon può comunque essere soddisfatto della sua stagione, nella quale si è confermato campione d’Italia ed ha vinto la Supercoppa Italiana.

Buone notizie in casa Renon prima del fischio d’inizio. Alex Frei ha festeggiato oggi il suo rientro. Il bomber caldarese, che poco più di un mese fa ha subito la frattura dell’avambraccio e che doveva saltare il resto della stagione, ha anticipato i tempi. Frei è stato schierato nel secondo blocco d’attacco con capitan Dan Tudin e Markus Spinell. L’attaccante dei “Buam” si è allenato due volte questa settimana con i suoi compagni ed oggi ha ricevuto l’ok del medico.

La partita inizia però subito in salita per i padroni di casa. Dopo soli 6.28 minuti il Lubiana passa in vantaggio con Luka Zorzo, il suo tiro viene sfortunatamente deviato da Stefan Quinz nella propria porta. Nessuna chance per Thomas Tragust. Per l’estremo difensore dei “Buam” è la prima rete subita a Collalbo in quattro partite playoff. Passano esattamente 100 secondi e gli sloveni trovano il raddoppio: Ziga Pesut batte Tragust con un tiro sotto l’incrocio dei pali. Micidiale uno due dei “draghi verdi”, su questo punteggio si va anche al primo intervallo.

Occasioni da entrambi le parti nel periodo centrale, però nessuna delle due squadre riesce a trasformare le chance in gol. Il Lubiana si difende bene e non rischia quasi nulla. Ad inizio dell’ultimo drittel i “Buam” riaprono il match con Thomas Spinell, che devia in gol una conclusione di Simon Kostner per l’1-2. Subito dopo l’Arena Ritten esplode, quando Markus Spinell pareggia la sfida, ma la sua rete viene annullata. A dieci minuti dalla sirena finale gli ospiti chiudono il discorso qualificazione: sempre in powerplay, Ziga Svete trova il tap in vincente che vale il tris sloveno. La formazione di Lehtonen si arrende: i vice-campioni d’AHL non riescono più a rialzarsi e così questa tiratissima serie finisce con il successo sloveno per 4 a 2.

 

Rittner Buam – HK Olimpija 1:3 (0:2, 0:0, 1:1)

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Alexander Brunner-Ivan Tauferer, Patrik Luza-Imants Lescovs, Christoph Vigl-Tobias Brighenti, Manuel Öhler; Henrik Eriksson-Simon Kostner-Thomas Spinell, Alex Frei-Dan Tudin-Markus Spinell, Olegs Sislannikovs-Stefan Quinz-Andreas Lutz, Philipp Pechlaner-Alexander Eisath-Adam Giacomuzzi
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

HK Olimpija: Zan Us (Tilen Spreitzer); Ales Kranjc-Luka Vidmar, Luka Zorko-David Planko, Ziga Svete-Kristjan Cepon, Mark Sever-Mark Cepon; Gal Koren-Ales Music-Ziga Pesut, Zan Jezovsek-Saso Rajsar-Gregor Koblar, Nik Simsic-Janez Orehek-Aljaz Chvatal, Luka Ulamec-Martin Bohinc-Anej Kujavec
Coach: Jure Vnuk

Arbitri: Marco Mori, Rene Strasser (Daniel Rigoni, Daniel Rinker)

Reti: 0:1 Luka Zorzo (6.28), 0:2 Ziga Pesut (8.08), 1:2 Thomas Spinell (44.49), 1:3 Ziga Svete (49.49)

Tiri in porta: Rittner Buam 19 – HK Olimpija 32

 

AHL, Gara 6 quarti di finale playoff (best of seven) – giovedì 28 marzo 2019

Rittner Buam – HK Olimpija 1:3 (0:2, 0:0, 1:1) – Lubina vince la serie 4:2
0:1 Luka Zorzo (6.28), 0:2 Ziga Pesut (8.08), 1:2 Thomas Spinell (44.49), 1:3 Ziga Svete (49.49)

EHC Lustenau – Red Bull Juniors 4:2 (1:1, 0:1, 3:0) serie 3:3
1:0 Chris D’Alvise (4.12), 1:1 Lukas Schreier (8.29), 1:2 Paul Huber (21.57), 2:2 Jürgen Tschernutter (44.05), 3:2 Chris D’Alvise (46.16), 4:2 Eetu-Ville Arkiomaa (58.57)

HC Val Pusteria – SG Cortina
serie “best-of-seven” 4:0 (1:0, 1:0, 3:2 d.t.s., 7:2) – Val Pusteria in semifinale

HDD Jesenice – Asiago Hockey
serie “best-of-seven” 4:0 (2:1, 3:2 d.t.s., 3:1, 6:0) – Jesenice in semifinale