Il Renon inizia il 2019 con una vittoria: poker al Gardena

Inizia nel migliore dei modi il nuovo anno per i campioni d’Italia del Renon. A Capodanno i “Buam” si sono imposti a Selva, davanti a 620 spettatori, sull’HC Gherdeina con il punteggio di 4-1.

Per la squadra di Lehtonen è il 18 successo nelle 25partite disputate finora, il 15° nelle ultime 17. In classifica il Renon fa un grande balzo in avanti: con 54 punti i “Buam” si portano al terzo posto, che significa miglior posizionamento in questa stagione. Anche stasera il coach finlandese ha dovuto rinunciare al difensore Aleksandrs Jerofejevs ed agli attaccanti Alex Frei e Kevin Fink. Inoltre ha fatto riposare il suo portiere titolare Thomas Tragust. Spazio così al suo backup Hannes Treibenreif, alla terza uscita stagionale, la prima da titolare.

Nel primo periodo il 21enne estremo difensore salva 14 conclusioni ladini, mentre il portiere di casa Misa Pietilä deve intervenire appena 10 volte. Dopo 20 minuti il risultato rimane però fermo sullo 0:0.

Nel periodo centrale il Renon passa in vantaggio. Al 30.16 il capitano Dan Tudin sfrutta una brutta respinta di Pietilä che vale l’1:0. Solo cinque minuti più tardi Ivan Tauferer raddoppia. Per il perno difensivo è il settimo gol stagionale, il quinto nelle ultime cinque giornate. Sul doppio vantaggio dei “Buam” le due squadre vanno anche all’ultimo riposo.

Nell’ultimo drittel il Gardena prova a riaprire il match con Derek Eastman, che al 43.34 accorcia le distanze per il 2:1. Poco dopo finiscono però le speranze dei padroni di casa. Con Eastman in panca puniti per una penalità di 2+2 minuti, il Renon dimostra ancora una volta, perché è la squadra più forte dell’Alps nel powerplay. Al 52.04 Andreas Lutz cala il tris, soli 17 secondi più tardi Tobias Brighenti fissa la rete del 4:1 finale.

Per il Renon è il 36° successo nel 65° derby altoatesino contro il Gardena. Inoltre i “Buam” hanno vinto tutte le sette partitei giocate nell’Alps Hockey League contro i ladini.

 

HC Gherdeina – Rittner Buam 1:4 (0:0, 0:2, 1:2)

HC Gherdeina: Misa Pietilä (Leo Kostner); Derek Eastman-Francesco De Biasio, Joel Brugnoli-David Roupec, Patrick Nocker-Tim Linder, Simon Vinatzer; Michael Sullmann-Colin Long-Benjamin Kostner, Andreas Vinatzer-Ivan Demetz-Gabriel Vinatzer, Simon Pitschieler-Samuel Moroder-David Galassiti, Damian Bergmeister, Andrea Demetz
Coach: Patrice Lefebvre

Rittner Buam: Hannes Treibenreif (Thomas Tragust); Andreas Lutz-Imants Lescovs, Ivan Tauferer-Alexander Brunner, Christoph Vigl-Tobias Brighenti, Michael Lang; Olegs Sislannikovs-Dan Tudin-Thomas Spinell, Stefan Quinz-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Philipp Pechlaner-Julian Kostner, Markus Spinell, Manuel Öhler-Alexander Eisath-Adam Giacomuzzi
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

Arbitri: Andrea Benvegnù, Simone Lega (Nicola Basso, Mauro De Zordo)

Reti: 0:1 Dan Tudin (30.16), 0:2 Ivan Tauferer (35.41), 1:2 Derek Eastman (43.34), 1:3 Andreas Lutz (52.04), 1:4 Tobias Brighenti (52.21)

 

Alps Hockey League, 26° giornata, martedì 1 gennaio 2019

EC Klagenfurt II – EK Zeller Eisbären 6:1 (2:0, 2:1, 2:0)
1:0 Alexander Moser (8.40), 2:0 Valentin Ploner (17.40), 2:1 Peter LeBlanc (29.09), 3:1 Markus Pirmann (33.01), 4:1 Valentin Hammerle (39.55), 5:1 Markus Pirmann (40.36), 6:1 Markus Pirmann (52.16)

HC Val Pusteria – Wipptal Broncos 3:2 d.t.r. (0:0, 1:1, 1:1, 0:0)
0:1 Brandon McNally (21.23), 1:1 Max Oberrauch (38.27), 2:1 Marko Virtala (55.19), 2:2 David Gschnitzer (59.31), 3:2 rigore decisivo: Armin Hofer (65.00)

Asiago Hockey – Fassa Falcons 2:1 (1:1, 0:0, 1:0)
0:1 Karl Östman (11.51), 1:1 Marco Rosa (14.17), 2:1 Marco Rosa (46.30)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 26 giornate

1. HC Val Pusteria 70 punti
2. EHC Lustenau 55
3. Rittner Buam 54 (-1 partita)
4. HK Olimpija 53 (-2 partite)
5. VEU Feldkirch 52
6. Asiago Hockey 49 (-2 partite)
7. Red Bull Juniors 47 (-1 partita)
8. Wipptal Broncos 44 (+1 partita)
9. HDD Jesenice 43 (-2 partite)
10. SG Cortina 41
11. HC Gherdeina 34 (+1 partita)
12. EK Zeller Eisbären 27 (+3 partite)
13. EC Kitzbühel 26  (-1 partita)
14. EC Bregenzerwald 20 (-2 partite)
15. HC Milano 14
16. Fassa Falcons 11 (-1 partita)
17. EC Klagenfurt II 11 (-1 partita)