Il Renon cerca la vittoria contro il Bregenzerwald

Dopo tre settimane di pausa olimpica, i campioni in carica del Renon ritornano questo fine settimana nella Alps Hockey League. Sabato sera, alle ore 19.30 i “Buam” saranno impegnati nella 37° giornata in trasferta contro l’EC Bregenzerwald, attualmente decimi in classifica.

Dopo aver conquistato 11 giorni fa ad Asiago contro il Val Pusteria il quarto scudetto, la formazione di Collabo si concentra nuovamente sul campionato AHL. La squadra di Lehtonen sabato farà visita al Bregenzerwald. Contro i “Wälder” sarà molto dura, perché gli austriaci sono in piena corsa per un posto nei playoff, inoltre sono una forza in casa. Infatti nel “Messestadion Dornbirn” hanno vinto ben 13 delle 18 uscite, però l’ultima partita l´hanno persa contro lo Zell am See per 2:1. Il giocatore chiave dei “Wälder” è l’attaccante Daniel Ban. Il 24enne austriaco, che ha già vestito le maglie di Villach, Klagenfurt e Dornbirn nella EBEL, finora ha realizzato 39 punti (22 gol e 17 assist). Nelle ultime sette gare Ban ha totalizzato 11 punti.

Dopo la partita di sabato, il Renon dovrà disputare altre tre gare molto complicate. I campioni d’Italia affronteranno martedì in casa il Lustenau e giovedì in trasferta il Cortina, prima di chiudere la Regular Season il 3 maggio all’Arena Ritten contro l’Egna. La formazione dell’Altopiano è attualmente seconda in classifica a quattro punti dall’Asiago (ma ha una partita da recuperare) e deve sperare in un passo falso della capolista per portarsi nuovamente in testa alla classifica. L’Asiago nelle ultime tre gare affronterà in casa il Val Pusteria, poi avrà la difficile trasferta contro i Red Bull Juniors, mentre nella 40° giornata ospiterà il Fassa, penultimo in classifica.

Alps Hockey League, 37° giornata, sabato 24 febbraio 2018

ore 14.00: EC Klagenfurt II – SG Cortina
ore 19.30: SSI Vipiteno – EK Zeller Eisbären
ore 19.30: EC Bregenzerwald – Rittner Buam
ore 20.00: EC Kitzbühel – VEU Feldkirch
ore 20.00: HC Val Pusteria – HC Fassa
ore 20.30: HC Gherdeina – Red Bull Juniors

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 37 turni

1. Migross Asiago 89 punti
2. Rittner Buam 85 (-1 partita)
3. HDD Acroni Jesenice 80
4. VEU Feldkirch 70
5. HC Lupi Val Pusteria 66 (-1 partita)
6. HK SZ Olimpija 65
7. Red Bull Salzburg Juniors 63 (-1 partita)
8. EK Zeller Eisbären 60
9. SSI Vipiteno Weihenstephan 59 (-1 partita)
10. EHC Alge Elastic Lustenau 59 (+1 partita)
11. EC Bregenzerwald 58
12. SG Cortina 55 (-1 partita)
13. EC Die Adler Kitzbühel 42 (+1 partita)
14. HC Gherdeina valgardena.it 34 (-1 partita)
15. HC Egna Riwega 24
16. HC Fassa Falcons 20
17. EC Klagenfurt II 7 (-1 partita)

Un super Renon si conferma campione d’Italia, lezione al Val Pusteria

La finale dell’IHL Elite, giocata domenica sera all’Odegar ad Asiago, finisce con la vittoria del Renon, che spazza via il Val Pusteria con un pesantissimo 6:1 (foto: David S. Wassagruba). Con questa vittoria, i “Buam” si confermano campioni d’Italia per la terza volta consecutiva. Per la squadra di Collalbo è il quarto scudetto nella loro storia.

I campioni d’Italia e dell’AHL partono come un razzo. Dopo appena 27 secondi il Renon passa già in vantaggio. Oscar Ahlström, a segno anche ieri nella semifinale vinta contro il Vipiteno, trasforma un assist di Simon Kostner per l’1:0. Subito dopo ci prova anche Alexander Eisath, però Thomas Tragust sventa l´occasione. I “Buam” dominano l’inizio della gara ed all’ottavo minuto trovano il raddoppio. Thomas Spinell serve il disco a Alex Frei, che con un tiro preciso batte per la seconda volta l’estremo difensore pusterese. Il Val Pusteria non riesce ad entrare in partita, mentre il Renon fa quello che vuole. Al 13.47 Markus Spinell segna, sulla respinta di Tragust, il 3:0. La squadra di Lehtonen continua a dominare ed a tre minuti dalla fine del primo periodo capitan Christian Borgatello devia un tiro di Brad Cole in superiorità numerica per il 4:0. Su questo punteggio si va anche al primo riposo.

Nel periodo centrale il Renon crea altre buone occasioni da gol, ma il backup pusterese Alexander Kinkelin, subentrato ad inizio ripresa al deludente Tragust, non si fa superare da Julian Kostner e Tommaso Traversa. Poi i “Buam” controllano il match e dopo 40 minuti il risultato rimane sempre fermo sul 4:0.

Ad inizio dell’ultimo drittel ci prova Patrick Bona, però l’attaccante dei “Lupi” sbatte su Patrick Killeen. Il Renon poi segna il quinto gol. Dan Tudin tira sui gambali di Kinkelin ed il disco finisce nella gabbia pusterese. A tre minuti dalla sirena finale Markus Spinell realizza il sesto gol, poi a quattro secondi dal termine arriva anche la rete della bandiera di Lukas Tauber. Il Renon si conferma così la miglior squadra d’Italia, il Val Pusteria invece ancora una volta può solo sognare lo Scudetto.

Rittner Buam – HC Val Pusteria 6:1 (4:0, 0:0, 2:1)

Rittner Buam: Patrick Killeen (Hannes Treibenreif); Christian Borgatello-Ivan Tauferer, Andreas Lutz-Brad Cole, Roland Hofer-Hanno Tauferer, Christoph Vigl; Oscar Ahlström-Victor Ahlström-Simon Kostner, Alexander Eisath-Dan Tudin-Thomas Spinell, Tommaso Traversa-Edoardo Caletti-Markus Spinell-Alex Frei-Julian Kostner-Kevin Fink
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

HC Val Pusteria: Thomas Tragust (dal 20° Alexander Kinkelin); Armin Helfer-Nick Bruneteau, Maximilian Leitner-Armin Hofer, Ivan Althuber-Gianluca March, David Laner; Max Oberrauch-Jean-Francois Jacques-Patrick Bona, Simon Berger-Raphael Andergassen-Sean Ringrose, Thomas Erlacher-Nathan DiCasmirro-Lukas Tauber, Maximilian Lancsar-Elias Thum-Alex De Lorenzo Meo
Coach: Petri Mattila

Arbitri: Andrea Benvegnù, Andrea Moschen (Matthias Cristeli, Federico Stefenelli)

Reti: 1:0 Oscar Ahlström (0.27), 2:0 Alex Frei (8.00), 3:0 Markus Spinell (13.47), 4:0 Christian Borgatello (17.11), 5:0 Dan Tudin (45.01), 6:0 Markus Spinell (57.36), 6:1 Lukas Tauber (59.56)

IHL Elite: Il Renon incontra in finale l´HC Val Pusteria

Sabato pomeriggio i campioni d’Italia del Renon si sono imposti ad Asiago nella prima semifinale dell’IHL Elite sul Vipiteno per 4:3 dopo i tempi supplementari (foto: David S. Wassagruba). La rete decisiva porta la firma del neo-acquisto Edoardo Caletti. In finale i “Buam” affronteranno domani alle ore 19 l´HC Val Pusteria, che ha battuto nel match serale i padroni di casa dell´Asiago per 6:4. Il Renon ambisce a vincere il quarto scudetto della sua storia.

Oggi la squadra di Lehtonen ha dovuto rinunciare a Philipp Pechlaner, mentre è tornato di nuovo a disposizione Ivan Tauferer. Il Vipiteno invece era al gran completo. I “Buam” in AHL hanno vinto quest’anno entrambe i confronti diretti, a Vipiteno ai rigori per 2:1 ed a Collalbo nettamente per 5:0.

La prima occasione della partita ce l’ha Andreas Lutz, che dribbla mezza difesa del Vipiteno, ma poi spara troppo alto. Dall’altra parte Luca Felicetti si mangia l’1:0, sbagliando la porta avversaria. Dopo 7.27 minuti il Renon (foto: David S. Wassagruba) passa in vantaggio. Dan Tudin serve Alexander Eisath, che con un preciso tiro batte Gianluca Vallini per l’1:0. Poi il Vipiteno alza il ritmo e riesce a pareggiare al 14°. Ben Duffy ruba il disco ad Ivan Tauferer e serve Jure Sotlar, che davanti a Patrick Killeen non sbaglia.

Il periodo centrale si apre con una grande chance per Traversa, l’azzurro da posizione defilata non trova però lo specchio della porta. Pochi secondi più tardi Alex Frei ha la ghiotta occasione per il 2:1, però il bomber caldarese sbaglia davanti a Vallini. Il 2:1 arriva al 31.30. Sul tiro di Simon Kostner Vallini è bravo a reagire, però sulla respinta è l’attaccante svedese Oscar Ahlström a realizzare il gol del vantaggio. Con questo punteggio si va anche all’ultimo riposo.

Nel terzo tempo Den Buffy si mangia il 2:2, fermato da un incredibile miracolo di Killeen. Ad 11 minuti dalla sirena finale Edoardo Caletti sbatte su un ottimo Gianluca Vallini, poi il Vipiteno pareggia. Ancora una volta è Jure Scotlar, lasciato liberissimo, a battere Killeen da pochi passi con un tiro all’incrocio. La gioia dei “Broncos” dura però soli due minuti, poi Andreas Lutz realizza con un tiro dalla linea blu il 3:2. Per il difensore meranese è il decimo gol stagionale. Successivamente il Vipiteno tenta il tutto per tutto ed a 2.40 minuti dalla fine viene premiato e trova il 3:3 con un tiro dalla distanza di Giffen Nyren.

Così l’incontro si deve decidere ai supplementari. Passano due minuti ed il Renon chiude questo match. Edoardo Caletti prima colpisce il palo, poi trasforma un passaggio millimetrico di Traversa per il 4:3 finale. Grande gioia per i “Buam” e per il neo-attaccante del Renon, al suo primo sigillo con la sua nuova maglia. Come Man of the match vengono premiati Andreas Lutz e Gianluca Vallini.

 

Rittner Buam – SSI Vipiteno Broncos 4:3 d.t.s. (1:1, 1:0, 1:2, 0:0)

Rittner Buam: Patrick Killeen (Hannes Treibenreif); Christian Borgatello-Ivan Tauferer, Andreas Lutz-Brad Cole, Roland Hofer-Hanno Tauferer Christoph Vigl-Johannes Fauster, Oscar Ahlström-Victor Ahlström-Simon Kostner, Alexander Eisath-Dan Tudin-Thomas Spinell, Tommaso Traversa-Edoardo Caletti-Markus Spinell-Alex Frei-Julian Kostner-Kevin Fink
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

SSI Vipiteno Broncos: Gianluca Vallini (Dominik Steinmann); Michael Messner-Giffen Nyren, Hannes Oberdörfer-Fabian Hackhofer, Radovan Gabri-Daniel Maffia, Markus Trenkwalder-Dominik Bernard; Jure Sotlar-Ben Duffy-Paolo Bustreo, Luca Felicetti-Mark Lee-Matthias Mantinger, Ivan Deluca-Tobias Kofler-Denny Deanesi, Daniel Erlacher-David Gschnitzer-Felix Brunner
Coach: Ivo Jan

Arbitri: Alex Lazzeri, Turo Virta (Daniel Rigoni, Michele Slaviero)

Reti: 1:0 Alexander Eisath (7.27), 1:1 Jure Sotlar (13.59), 2:1 Oscar Ahlström (31.30), 2:2 Jure Sotlar (49.15), 3:2 Andreas Lutz (51.29), 3:3 Giffen Nyren (57.19), 4:3 Edoardo Caletti (61.57)

 

2° semifinale

HC Lupi Val Pusteria – Asiago 6:4 (2:2, 3:0, 1:2)
Reti: 1:0 Raphael Andergassen (1.10), 1:1 Anthony Nigro (9.19), 2:1 Ivan Althuber (11.20), 2:2 Marco Rosa Gonzalez (15.11), 3:2 Patrick Bona (26.26), 4:2 Armin Helfer (27.16), 5:2 Ivan Althuber (35.41), 6:2 Nathan Di Casmirro (40.56), 6:3 Michele Stevan (46.16), 6:4 Anthony Nigro (58.30)

Il Renon vuole difendere lo Scudetto

È stata presentata martedì all’Hotel Laurin a Bolzano la Final Four dell’IHL Elite, in programma questo fine settimana. Come l‘anno scorso ad ospitare l’84° edizione dello Scudetto sarà l’Asiago. Oltre ai padroni di casa partecipano a questo quadrangolare anche i detentori del titolo del Renon, i “Lupi” Val Pusteria ed il Vipiteno.

I campioni d’Italia affronteranno sabato, 10 febbraio alle ore 16.30, nella prima semifinale i “Broncos” Vipiteno, mentre l’Asiago sfiderà alle ore 20.30 il Val Pusteria. Come l’anno scorso si sono qualificate per la Final Four Renon, Asiago e Val Pusteria, mentre il Vipiteno sostituisce il Cortina.

Per il Renon l’obiettivo è il terzo scudetto consecutivo

Il Renon vuole difendere a tutti i costi il titolo conquistato l’anno scorso. Nella finale giocata all’Odegar di Asiago i “Buam” hanno battuto, dopo essere stati in svantaggio per 2:0, i padroni di casa per 3:2, festeggiando così il secondo titolo consecutivo, il terzo nella storia della società. Contro il Vipiteno il Renon sarà la grande favorita. I campioni in carica ed i “Broncos” s’incontreranno sabato per la 102° volta. Il bilancio parla per il Renon con 56 vittorie, contro tre pareggi e 41 sconfitte. I “Buam” si sono aggiudicati quest’anno anche le due sfide della regular season nell’AHL. Nel Renon mancherà quasi sicuramente Ivan Tauferer. Il difensore ha un piccolo problema al ginocchio ed ha già saltato le ultime tre partite di campionato. Il Vipiteno sarà invece al gran completo.

“Nelle ultime gare abbiamo un po’ deluso. Però la squadra è pronta, in manifestazioni così importanti siamo sempre presenti e concentrati. Sono molto fiducioso, penso che anche quest’anno siamo la squadra da battere. Noi cercheremo in tutti i modi di difendere lo scudetto”, afferma il presidente del Renon Thomas Rottensteiner.

Poche parole del capitano Christian Borgatello: “Può succedere di tutto, il Vipiteno è in un ottimo momento, loro giocano un bel hockey che ci può mettere in difficoltà. Non dobbiamo sottovalutarli, sarà una battaglia e speriamo che alla fine vinciamo nuovamente la Coppa.”

Se i Rittner Buam dovessero eliminare il Vipiteno, giocherebbero domenica 11 febbraio alle ore 19 la finale contro la vincente tra Asiago e Val Pusteria.

Final Four ad Asiago dal 10 all’11 febbraio 2018

Sabato 10 febbraio
ore 16.30: Rittner Buam – SSI Vipiteno Broncos
ore 20.30: Hockey Asiago – HC Val Pusteria

Domenica 11 febbraio
ore 19.00: Finale

Passo falso del Renon: il Ljubljana espugna Collalbo ai rigori

Brutto scivolone per i campioni in carica del Renon. Sabato sera, nella 36° giornata dell’Alps Hockey League, i “Buam” si sono dovuti arrendere al Ljubljana, davanti al proprio pubblico, per 3:2 ai rigori. Nonostante la sconfitta, la squadra di Collalbo accorcia le distanze sulla capolista Asiago, che stasera ha perso 5:2 a Lustenau, a quattro punti.

L’allenatore del Renon Riku Lehtonen, oltre ai soliti indisponibili Andreas Alber e Max Ploner, oggi ha dovuto rinunciare anche agli acciaccati Ivan Tauferer e Johannes Fauster, mentre Kevin Fink è tornato tra i convocati.

Gli sloveni iniziano molto forte e dopo 11.13 minuti passano anche in vantaggio. Miha Zajc serve il disco a Miha Pesjak, che batte il portiere canadese Patrick Killeen per l’1:0. La gioia degli ospiti dura però appena 52 secondi e Dan Tudin rimette la partita in parità. Per l’attaccante italo-canadese è il 15° gol stagionale. Con questo punteggio si chiudono anche i primi 20 minuti.

Nel periodo centrale i “Buam” creano tanti azioni pericolose, però a segnare la seconda rete è il Ljubljana. Al 35° minuto il topscorer sloveno Andrej Hebar realizza il 2:1. La sfida rimane aperta, il Ljubjana prova a difendersi, mentre il Renon cerca in tutti i modi il gol del pareggio. Pareggio che arriva a due minuti dalla sirena finale. Dan Tudin trova il bomber Alex Frei, che segna il meritatissimo 2:2.

L’overtime si chiude poi senza reti e così questa partita si decide ai rigori. Alla fine a conquistare l’extra punto è il Ljubljana, che grazie al rigore decisivo di Kristjan Cepon si impone per 3:2.

Adesso ci sarà la pausa olimpica, con l´AHL che rimane ferma per tre settimane. Sabato prossimo però la formazione di Collalbo sfiderà nella semifinale della Final Four dell’IHL Elite i Broncos Vipiteno. La prossima partita di campionato è invece in programma il 24 febbraio in trasferta contro il Bregenzerwald.

Rittner Buam – HK SZ Olmpija 2:3 d.t.r. (1:1, 0:1, 1:0, 0:0)

Rittner Buam: Patrick Killeen (Hannes Treibenreif); Christian Borgatello-Andreas Lutz, Brad Cole-Christoph Vigl, Roland Hofer-Hanno Tauferer, Kevin Fink; Tommaso Traversa-Edoardo Caletti-Simon Kostner, Oscar Ahlström-Victor Ahlström-Markus Spinell, Alexander Eisath-Dan Tudin-Thomas Spinell, Alex Frei-Julian Kostner-Philipp Pechlaner
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

HK SZ Olimpija: Tilen Spreitzer (Val Usnik); Luka Zorko-Maks Selan, Ziga Svete-Kristjan Cepon, Bostjan Groznik-Andraz Zibelnik, Uros Batic-Nik Grahut; Andrej Hebar-Saso Rasjar-Aljaz Chvatal, Miha Pesjak-Gal Koren-Miha Zajc, Aljaz Uduc-Crt Snoj-Janek Orehek, Nik Petek-Luka Ulamec-Patrik Tislar
Coach: Andrej Brodnik

Arbitri: Alex Lazzeri, Simone Lega (Daniel Rigoni, Stefano Terragni)

Reti: 0:1 Miha Pesjak (11.13), 1:1 Dan Tudin (12.05), 1:2 Andrej Hebar (35.15), 2:2 Alex Frei (58.05) 2:3 rigore decisivo: Kristjan Cepon

Alps Hockey League, 36° giornata, sabato 3 febbraio 2018

Red Bull Juniors – EC Klagenfurt II 5:1 (0:1, 0:0, 5:0)
0:1 Nikolaus Kraus (8.36), 1:1 Patrik Kittinger (44.03), 2:1 Victor Östling (44.14), 3:1 Tobias Eder (44.47), 4:1 Julian Klöckl (59.05), 5:1 Samuel Antti Soramies (59.21)

EC Bregenzerwald – HC Egna 4:2 (2:2, 1:0, 1:0)
1:0 Daniel Ban (4.16), 1:1 David Braito (9.49), 2:1 Juuso Mörsky (15.47), 2:2 Alex Gasser (17.06), 3:2 Christian Haidinger (38.44), 4:2 Maximilian Hohenegg (52.19)

EHC Lustenau – Migross Asiago 5:2 (2:1, 2:0, 1:1)
0:1 Alexander Gellert (5.30), 1:1 Jeff Ulmer (13.10), 2:1 Jürgen Tschernutter (16.25), 3:1 Daniel Stefan (20.46), 4:1 Eetu-Ville Arkiomaa (26.42), 4:2 Anthony Nigro (59.26), 5:2 Jeff Ulmer (59.41)

EK Zeller Eisbären – EC Kitzbühel 6:3 (3:2, 2:1, 1:0)
0:1 Peter Lenes (9.18), 0:2 Edgar Protcenko (12.32), 1:2 Martin Oraze (17.06), 2:2 Alexander Feichtner (18.48), 3:2 Franz Wilfan (19.19), 3:3 David Lidström (28.03), 4:3 Martin Oraze (32.54), 5:3 Jan Kolar (38.44), 6:3 Franz Wilfan (40.42)

VEU Feldkirch – HC Gherdeina 3:2 (1:0, 0:1, 1:1, 1:0)
1:0 Dylan Stanley (4.19), 1:1 Linus Lundström (29.36), 1:2 Benjamin Kostner (42.58), 2:2 Dylan Stanley (43.38), 3:2 Kristof Reinthaler (61.08)

Rittner Buam – HK SZ Olimpija 2:3 d.t.r.. (1:1, 0:1, 1:0, 0:0)
0:1 Miha Pesjak (11.13), 1:1 Dan Tudin (12.05), 1:2 Andrej Hebar (35.15), 2:2 Alex Frei (58.05), 2:3 entscheidender Penalty: Kristjan Cepon

SG Cortina – HC Val Pusteria 0:2 (0:0, 0:2, 0:0)
0:1 Jean-Francois Jacques (22.46), 0:2 Alex De Lorenzo Meo (30.57)

HC Fassa – HDD Jesenice 1:5 (0:2, 0:0, 1:3)
0:1 Erik Svetina (10.19), 0:2 Aleksandar Magovac (10.54), 0:3 Nejc Stojan (42.00), 0:4 Gasper Glavic (43.32), 0:5 Nejc Stojan (45.08), 1:5 Samuel Francis Rothstein (47.54)

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 36 turni

1. Migross Asiago 89 punti (+1 partita)
2. Rittner Buam 85
3. HDD Acroni Jesenice 80 (+1 partita)
4. VEU Feldkirch 67 (-2 partite)
5. HC Wölfe Pustertal 66
6. HK SZ Olimpija 65 (+1 partita)
7. EC Bregenzerwald 58
8. WSV Sterzing Weihenstephan 56 (-1 partita)
9. SG Cortina 55
10. Red Bull Salzburg Juniors 54 (-4 partite)
11. EK Zeller Eisbären 54 (-1 partita)
12. EHC Alge Elastic Lustenau 50 (-1 partita)
13. EC Die Adler Kitzbühel 42 (-2 partite)
14. HC Gherdeina valgardena.it 34
15. HC Neumarkt Riwega 24 (+1 partita)
16. HC Fassa Falcons 20
17. EC Klagenfurt II 7 (-1 partita)

Il Renon vuole proseguire la striscia positiva contro il Ljubljana

Sabato sera si disputa nella Alps Hockey League la 36° giornata. Alle ore 20, nell’Arena Ritten di Collalbo, è in programma la sfida tra i padroni di casa e la formazione slovena del Ljubljana.

I “Buam” sono in un buon momento e mercoledì, battendo in trasferta il Salisburgo per 4:2, hanno festeggiato la loro 29° vittoria stagionale. Dopo 35 turni il Renon è secondo in classifica con 84 punti conquistati, a cinque lunghezze dall’Asiago, ma con una partita da recuperare.

Domani la squadra di Lehtonen ospiterà l’HK SZ Olimpija Ljubljana. Contro gli sloveni i “Buam” cercano altri tre punti importantissimi. Dopo quattro sconfitte di fila, il Ljubljana la scorsa settimana è tornato alla vittoria, battendo i Red Bull Juniors e mercoledì anche il Gherdeina. In classifica gli sloveni sono sesti con 63 punti e ad un passo dalla qualificazione matematica per i playoff.

All’andata, nella prima giornata di campionato, i “Buam” si sono imposti in Slovenia per 2:0. Il Ljubljana domani punterà di nuovo sull´esperto Andrej Hebar. Il 33enne attaccante è con 43 punti all’attivo il topscorer della sua squadra. Nelle ultime due sfide, Hebar ha messo a segno ben quattro punti. I campioni dell’AHL e d’Italia punteranno invece sulla prima linea d’attacco con Simon Kostner ed i gemelli svedesi Oscar e Victor Ahlström, alla quale mancano solamente tre punti per raggiungere quota 100 punti. Per i “Buam” la partita di domani sarà anche l’ultimo test in vista del prossimo importante impegno stagionale. Il 10 febbraio ad Asiago il Renon giocherà la semifinale della Final Four dell’IHL Elite contro il Vipiteno.

Alps Hockey League, 36° giornata, sabato 3 febbraio 2018

ore 19.15: Red Bull Juniors – EC Klagenfurt II
ore 19.30: EC Bregenzerwald – HC Egna
ore 19.30: EK Zeller Eisbären – Migross Asiago
ore 19.30: VEU Feldkirch – HC Gherdeina
ore 20.00: Rittner Buam – HK SZ Olimpija
ore 20.30: SG Cortina – HC Val Pusteria
ore 20.30: HC Fassa – HDD Jesenice

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 35 turni

1. Migross Asiago 89 punti (+1 partita)
2. Rittner Buam 84
3. HDD Acroni Jesenice 77 (+1 partita)
4. VEU Feldkirch 65 (-2 partite)
5. HC Lupi Val Pusteria 63
6. HK SZ Olimpija 63 (+1 partita)
7. SSI Vipiteno Weihenstephan 56
8. SG Cortina 55
9. EC Bregenzerwald 55
10. Red Bull Salzburg Juniors 51 (-4 partite)
11. EK Zeller Eisbären 51 (-1 Spiel)
12. EHC Alge Elastic Lustenau 47 (-1 partita)
13. EC Die Adler Kitzbühel 42 (-2 partite)
14. HC Gherdeina valgardena.it 33
15. HC Egna Riwega 24 (+1 partita)
16. HC Fassa Falcons 20
17. EC Klagenfurt II 7 (-1 partita)

AHL: Il Renon espugna Salisburgo per 4:2

Vittoria sofferta, ma importantissima per i campioni in carica del Renon. Mercoledì sera i “Buam” si sono imposti nella 35° giornata della Alps Hockey League in trasferta a Salisburgo sui Red Bull Juniors per 4:2. Grazie a questo successo, la squadra di Collalbo si conferma, alle spalle dell´Asiago, al secondo posto con 84 punti all’attivo.

In questa difficile trasferta l’allenatore del Renon Riku Lehtonen ha dovuto rinunciare agli acciaccati Ivan Tauferer e Kevin Fink. I padroni di casa iniziano meglio e dopo appena quattro passano in vantaggio, grazie ad una conclusione del centro tedesco Samuel Antti Soramies. Poi il Renon si sveglia, crea tanti azioni pericolosi e trova al 14° minuto il gol del pareggio. Alexander Eisath, che oggi ha giocato con Dan Tudin e Thomas Spinell in una linea d´attacco, sfrutta un assist dell’italo-canadese per l’1:1. Su questo punteggio si chiude il primo tempo.

Ad inizio del periodo centrale i “Buam” passano per la prima volta in vantaggio. Ancora una volta è Eisath a trasformare un passaggio di Tudin per il 2:1. In 34 gare stagionali il numero 17 del Renon ha realizzato due reti, oggi gli sono bastati appena 22.40 minuti per la doppietta. Al 38.28 i padroni di casa pareggiano i conti. Yannick Pilloni batte Patrick Killeen per il 2:2.

Poi non succede più nulla fino al 48.30, quando Oscar Ahlström è bravo a segnare su assist del suo gemello Victor la rete del 3:2. I padroni di casa tentano il tutto per tutto, levabo anche il portiere per un altro giocatore di movimento, ma a 71 secondi dalla sirena finale il bomber caldarese Alex Frei segna nella porta vuota il 4:2 finale.

Il Renon adesso ritorna a Collalbo, dove affronterà sabato sera l’HK SZ Olimpija Ljubljana. Nella prima giornata di campionato i “Buam” si erano imposti in Slovenia per 2:0.

Red Bull Juniors – Rittner Buam 2:4 (1:1, 1:1, 0:2)

Red Bull Juniors: Daniel Fleßinger (Nicolas Wieser); Tobias Schmitz-Ilmari Veikka Karhapää, Pascal Grosse-Lucas Mathias Birnbaum, Emil Quaas-Maximilian Egger, Yannic Pilloni-Julian Klöckl; Daniel Wachter-Samuel Antti Soramies-Tobias Eder, Victor Östling-Dario Winkler-Christof Wappis, Lukas Kainz-Florian Baltram-Nico Feldner, Niklas Postel-Nicolas Strodel-Patrik Kittinger
Coach: Matt Curley

Rittner Buam: Patrick Killeen (Hannes Treibenreif); Christian Borgatello-Andreas Lutz, Brad Cole-Christoph Vigl, Roland Hofer-Hanno Tauferer, Philipp Pechlaner; Oscar Ahlström-Victor Ahlström-Simon Kostner, Tommaso Traversa-Edoardo Caletti-Johannes Fauster, Alexander Eisath-Dan Tudin-Thomas Spinell, Alex Frei-Julian Kostner-Markus Spinell
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

Arbitri: Patrick Fichtner, Tobias Holzer (Maximilian Gatol, Konrad Legat)

Reti: 1:0 Samuel Antti Soramies (4.00), 1:1 Alexander Eisath (14.13), 1:2 Alexander Eisath (22.40), 2:2 Yannick Pilloni (38.28), 2:3 Oscar Ahlström (48.30), 2:4 Alex Frei (58.49)

Alps Hockey League, 35° giornata, mercoledì 31 gennaio 2018

VEU Feldkirch – SSI Vipiteno 5:3 (1:1, 1:0, 3:2) – giocata martedì
1:0 Steven Birnstiil (7.30), 1:1 Ivan Deluca (19.51), 2:1 Daniel Fakete (25.45), 3:1 Dylan Stanley (44.29), 4:1 Martin Mairitsch (45.33), 4:2 Jure Scotlar (49.00), 4:3 Denny Deanesi (53.18), 5:3 Diethard Winzig (54.11)

HDD Jesenice – EK Zeller Eisbären 6:2 (1:0, 2:2, 3:0)
1:0 Luka Kalan (11.56), 2:0 Jaka Sodja (22.44), 2:1 Fabian Scholz (23.33), 2:2 Martin Oraze (36.36), 3:2 Luka Basic (38.02), 4:2 Markus Piispanen (40.54), 5:2 Luka Kalan (47.05), 6:2 Luka Basic (48.23)

HK SZ Olimpija – HC Gherdeina 6:2 (2:2, 3:0, 1:0)
0:1 Linus Lundström (7.27), 1:1 Janez Orehek (8.59), 1:2 Simon Pitschieler (14.34), 2:2 Luka Zorko (18.49), 3:2 Kristjan Cepon (30.23), 4:2 Crt Snoj (30.44), 5:2 Andrej Hebar (36.58), 6:2 Saso Rajsar (52.40)

Red Bull Juniors – Rittner Buam 2:4 (1:1, 1:1, 0:2)
1:0 Samuel Antti Soramies (4.00), 1:1 Alexander Eisath (14.13), 1:2 Alexander Eisath (22.40), 2:2 Yannick Pilloni (38.28), 2:3 Oscar Ahlström (48.30), 2:4 Alex Frei (58.49)

HC Val Pusteria – EC Klagenfurt II 3:2 (1:0, 1:1, 1:1)
1:0 Raphael Andergassen (4.18), 2:0 Armin Helfer (24.44), 2:1 Philipp Kreuzer (27.14), 2:2 Philipp Kreuzer (41.02), 3:2 Max Oberrauch (51.56)

EC Kitzbühel – EC Bregenzerwald 4:3 (0:1, 2:1, 2:1)
0:1 Kevin Schettina (12.42), 0:2 Panu Hyppä (25.08), 1:2 Dominique Saringer (26.39), 2:2 Fabian Nußbaumer (30.44), 3:2 Olegs Sislannikovs (49.37), 3:3 Daniel Ban (55.13), 4:3 David Lidström (55.40)

Migross Asiago – HC Egna 8:0 (2:0, 4:0, 2:0)
1:0 Marco Rosa (1.40), 2:0 Giulio Scandella (12.18), 3:0 Marco Rosa (34.35), 4:0 Davide Conci (36.49), 5:0 Anthony Nigro (37.30), 6:0 Josef Foltin (39.11), 7:0 Fabrizio Pace (44.24), 8:0 Michael Sullivan (57.00)

SG Cortina – HC Fassa 8:5 (4:1, 1:3, 3:1)
0:1 Manuel Da Tos (4.49), 1:1 Riley Brace (4.55), 2:1 Zachary Torquato (6.15), 3:1 Riley Brace (9.05), 4:1 Zachary Torquato (19.58), 4:2 Jari Monferone (22.39), 4:3 Samuel Francis Rothstein (24.26), 4:4 Martin Castlunger (32.43), 5:4 Krystofer Kolanos (38.34), 5:5 Jari Monferone (46.48), 6:5 Krystofer Kolanos (50.20), 7:5 Zachary Torquato (55.15), 8:5 Krystofer Kolanos (59.47)

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 35 turni

1. Migross Asiago 89 punti (+1 partita)
2. Rittner Buam 84
3. HDD Acroni Jesenice 77 (+1 partita)
4. VEU Feldkirch 65 (-2 partite)
5. HC Lupi Val Pusteria 63
6. HK SZ Olimpija 63 (+1 partita)
7. SSI Vipiteno Weihenstephan 56
8. SG Cortina 55
9. EC Bregenzerwald 55
10. Red Bull Salzburg Juniors 51 (-4 partite)
11. EK Zeller Eisbären 51 (-1 Spiel)
12. EHC Alge Elastic Lustenau 47 (-1 partita)
13. EC Die Adler Kitzbühel 42 (-2 partite)
14. HC Gherdeina valgardena.it 33
15. HC Egna Riwega 24 (+1 partita)
16. HC Fassa Falcons 20
17. EC Klagenfurt II 7 (-1 partita)

AHL: il Renon non può sbagliare a Salisburgo

Prossimo difficile impegno per i campioni in carica del Renon nella 35° giornata della Alps Hockey League. Mercoledì sera, alle ore 19.15, i “Buam” saranno impegnati in trasferta a Salisburgo contro i Red Bull Juniors.

Contro la seconda squadra del Red Bull Salisburgo, attualmente decima in classifica, sarà molto dura, perché gli austriaci sono in grande forma ed hanno vinto le ultime tre partite casalinghe. I “tori” vantano già 51 punti all’attivo e devono ancora recuperare quattro incontri. Se la formazione di coach Matt Curley dovesse vincere tutte e quattro le partite, si porterebbe addirittura al quarto posto.

Nell’ultima partita gli Juniors si sono imposti in trasferta sul Cortina per 5:4 dopo i tempi supplementari. Rispettivamente due e quattro giornate fa, hanno battuti anche il Val Pusteria (4:1) e lo Jesenice (6:4). Il giocatore chiave dei “Bulls” è la giovane promessa Christof Wappis. Grazie alle sue ottime prestazioni (8 reti e 23 assist), il 20enne attaccante quest’anno ha già collezionato cinque presenze nell’EBEL con la maglia del Red Bull Salisburgo. Soprattutto i 23 assist in questa stagione dimostrano che è uno dei miglior assist man della lega.

Dopo la partita contro il Salisburgo, altre cinque gare molto difficili aspettano i campioni d’Italia. Il Renon ospiterà sabato il Ljubljana, sesta forza del campionato, mentre dopo la pausa olimpica, fra tre settimane, faranno visita all’EC Bregenzerwald. Poi la squadra di Collalbo se la vedrà in casa con il Lustenau ed in trasferta con il Cortina, prima di chiudere la Regular Season il 3 maggio all’Arena Ritten contro l’Egna. La formazione di Lehtonen è attualmente seconda in classifica a cinque punti dall’Asiago (ma ha una partita da recuperare) e deve sperare in un passo falso della capolista per portarsi nuovamente in testa alla classifica. L´Asiago nelle ultime cinque gare affronterà l’Egna, Lustenau, Val Pusteria, Red Bull Juniors e Fassa ed ha sulla carta un programma più facile degli altoatesini.

Alps Hockey League, 35° giornata, mercoledì 31 gennaio 2018

ore 19.30: VEU Feldkirch – SSI Vipiteno Broncos (martedì 30 gennaio)
ore 19.00: HDD Jesenice – EK Zeller Eisbären
ore 19.15: HK SZ Olimpija – HC Gherdeina
ore 19.15: Red Bull Juniors – Rittner Buam
ore 20.00: HC Val Pusteria – EC Klagenfurt II
ore 20.00: EC Kitzbühel – EC Bregenzerwald
ore 20.30: Migross Asiago – HC Egna
ore 20.30: SG Cortina – HC Fassa

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 34 turni

1. Migross Asiago 86 punti (+1 partita)
2. Rittner Buam 81
3. HDD Acroni Jesenice 74 (+1 partita)
4. VEU Feldkirch 62 (-2 partite)
5. HC Lupi Val Pusteria 60
6. HK SZ Olimpija 60 (+1 partita)
7. SSI Vipiteno Weihenstephan 56
8. EC Bregenzerwald 55
9. SG Cortina 52
10. Red Bull Salzburg Juniors 51 (-4 partite)
11. EK Zeller Eisbären 51 (-1 partita)
12. EHC Alge Elastic Lustenau 47
13. EC Die Adler Kitzbühel 39 (-2 partite)
14. HC Gherdeina valgardena.it 33
15. HC Egna Riwega 24 (+1 partita)
16. HC Fassa Falcons 20
17. EC Klagenfurt II 7 (-1 partita)

Roland Hofer decide il derby contro il Val Pusteria

Importante successo casalingo per i campioni in carica del Renon nell’Alps Hockey League. Sabato sera i “Buam” si sono imposti nella 34° giornata di campionato davanti agli oltre 800 tifosi presenti nell’Arena Ritten sul Val Pusteria per 1:0. A decidere la sfida è stato un gol di Roland Hofer ad inizio del periodo centrale. Con 81 punti all’attivo, il Renon si conferma al secondo posto in classifica, a due lunghezze dalla capolista Asiago.

Coach Riku Lehtonen stasera ha dovuto rinunciare al difensore Ivan Tauferer, mentre ha festeggiato il suo debutto con la maglia dei “Buam” il neo-acquisto Edoardo Caletti. Lehtonen ha schierato l’ex attaccante del Cortina nella terza linea d´attacco con Markus Spinell e Tommaso Traversa. L´attaccante piemontese gioca normalmente con Dan Tudin e Thomas Spinell, stasera però ha cambiato linea con Alex Frei. Una faccia nuova anche nel Val Pusteria. Tra gli ospiti ha debuttato l’ultimo acquisto Jean-Francois Jacques, ex giocatore NHL. Non ce l’hanno fatta invece a rientrare in squadra Eric Johansson, assente per malattia, e Eric Pance, fermo per un piccolo infortunio.

Il Renon nel primo periodo è la squadra più attiva. Il portiere pusterese Thomas Tragust para dieci conclusioni dei “Buam”, mentre Patrick Killeen deve neutralizzare appena quattro tiri dei “Lupi”. Così dopo 20 minuti il risultato rimane fermo sullo 0:0. Subito all’inizio del periodo centrale il Renon passa in vantaggio. In superiorità numerica, Alex Frei pesca Roland Hofer, che al 21.40 batte Tragust per l’1:0. Per il difensore di Vipiteno è la rete numero 4 in stagione, la seconda nelle ultime tre giornate. Poi la formazione di casa crea altre occasioni, però il muro dei pusteresi regge.

Anche nel terzo periodo le due squadre non riescono a segnare. Così l’incontro termina con la meritata vittoria del Renon per 1:0. Già tre settimane fa i “Buam” si erano imposti sui pusteresi a Collalbo per 3:0. Ancora una volta la grande solidità difensiva regala al Renon tre punti d’oro. Nelle ultime sette uscite i “Buam” hanno mantenuto per ben cinque volte la porta inviolata. Anche grazie ad un super Patrick Killeen, al suo sesto shutout stagionale.

Ora il Renon si prepara alla difficile trasferta di mercoledì a Salisburgo. I “Buam” giocheranno alle ore 19.15 contro la seconda squadra del Red Bull Salisburgo. All’andata, quattro mesi fa, la formazione di Lehtonen si era imposta a Collalbo in una vera e propria goleada per 7:1.

Rittner Buam – HC Val Pusteria 1:0 (0:0, 1:0, 0:0)

Rittner Buam: Patrick Killeen (Hannes Treibenreif); Christian Borgatello-Andreas Lutz, Brad Cole-Christoph Vigl, Roland Hofer-Hanno Tauferer, Philipp Pechlaner-Kevin Fink; Oscar Ahlström-Victor Ahlström-Simon Kostner, Alex Frei-Dan Tudin-Thomas Spinell, Tommaso Traversa-Edoardo Caletti-Markus Spinell, Alexander Eisath-Julian Kostner-Johannes Fauster
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

HC Val Pusteria: Thomas Tragust (Alexander Kinkelin); Armin Helfer-Danny Elliscasis, Maximilian Leitner-Armin Hofer, Ivan Althuber-Nick Bruneteau, Gianluca March; Max Oberrauch-Jean-Francois Jacques-Patrick Bona, Simon Berger-Raphael Andergassen-Sean Ringrose, Thomas Erlacher- Nathan DiCasmirro-Lukas Tauber, Maximilian Lancsar-Elias Thum-Alex De Lorenzo Meo
Coach: Petri Mattila

Arbitri: Marco Mori, Andrea Moschen (Alessio Bedana, Mauro De Zordo)

Reti: 1:0 Roland Hofer (21.40)

Alps Hockey League, 34° giornata, sabato 27 gennaio 2018

HC Egna – VEU Feldkirch 3:4 (1:1, 0:2, 2:1)
0:1 Niklas Tikkinen (4.16), 1:1 Ondrej Nedved (9.20), 1:2 Martin Mairitsch (23.30), 1:3 Martin Mairitsch (39.05), 1:4 Diethard Winzig (40.27), 2:4 Jakub Muzik (44.12), 3:4 Florian Wieser (45.28)

HK SZ Olimpija – Red Bull Juniors 2:0 (0:0, 1:0, 1:0)
1:0 Gal Koren (34.12), 2:0 Andrej Hebar (59.55)

EK Zeller Eisbären – HDD Jesenice 1:0 (1:0, 0:0, 0:0)
1:0 Martin Oraze (7.23)

EC Bregenzerwald – EHC Lustenau 5:3 (1:1, 3:2, 1:0)
1:0 Kevin Schettina (7.10), 1:1 Jeff Ulmer (19.40), 2:1 Christian Haidinger (21.59), 3:1 Daniel Ban (25.20), 3:2 Philipp Koczera (27.03), 4:2 Philipp Pöschmann (33.42), 4:3 Eetu-Ville Arkiomaa (38.22), 5:3 Christian Ban (59.31)

Rittner Buam – HC Val Pusteria 1:0 (0:0, 1:0, 0:0)
1:0 Roland Hofer (21.40)

HC Gherdeina – EC Kitzbühel 2:6 (2:1, 0:3, 0:2)
1:0 Linus Lundström (11.11), 1:1 Peter Lenes (11.39), 2:1 Linus Lundström (18.29), 2:2 Gatis Sprukts (33.18), 2:3 Olegs Sislannikovs (35.51), 2:4 Clemens Kuchinka (38.07), 2:5 Olegs Sislannikovs (41.55), 2:6 Gatis Sprukts (48.04)

HC Fassa – SSI Vipiteno Broncos 1:9 (0:0, 1:4, 0:5)
1:0 Samuel Francis Rothstein (20.17), 1:1 Mark Lee (23.18), 1:2 Ben Duffy (25.24), 1:3 Jure Scotlar (28.05), 1:4 Fabian Hackhofer (31.42), 1:5 Ivan Deluca (41.18), 1:6 Hannes Oberdörfer (42.09), 1:7 Matthias Mantinger (43.06), 1:8 Fabian Hackhofer (44.04), 1:9 Mark Lee (47.24)

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 34 turni

1. Migross Asiago 83 punti
2. Rittner Buam 81
3. HDD Acroni Jesenice 74 (+1 partita)
4. VEU Feldkirch 62 (-2 partite)
5. HC Lupi Val Pusteria 60
6. HK SZ Olimpija 60 (+1 partita)
7. SSI Vipiteno Weihenstephan 56
8. EC Bregenzerwald 55
9. SG Cortina 51 (-1 partita)
10. EK Zeller Eisbären 51 (-1 partita)
11. Red Bull Salzburg Juniors 49 (-5 partite)
12. EHC Alge Elastic Lustenau 47
13. EC Die Adler Kitzbühel 39 (-2 partite)
14. HC Gherdeina valgardena.it 33
15. HC Egna Riwega 24 (+1 partita)
16. HC Fassa Falcons 20

17. EC Klagenfurt II 7 (-2 partite)

Riku-Petteri Lehtonen entra nel coaching staff degli Azzurri

Grande sfida per l’allenatore del Renon Riku-Petteri Lehtonen. Il finlandese rinforza il “pancone” azzurro in qualità di assistente allenatore in vista dei prossimi impegni della Nazionale.

Si allarga il “coaching staff” della Nazionale Maschile Senior. Serietà, competenza e leadership: queste sono le caratteristiche che Lehtonen metterà a disposizione della formazione azzurra, affiancando l’head coach Clayton Beddoes e gli assistenti Giorgio De Bettin e Jaakko Rosendahl (allenatore dei portieri).

“Sono onorato di aver ricevuto questo incarico e non vedo l’ora d’iniziare questa nuova e stimolante avventura al servizio dell’Italia.” Queste le prime parole di Lehtonen che poi aggiunge: “Metto il mio bagaglio tecnico, la mia esperienza e la mia professionalità al servizio dello staff della Nazionale e dei giocatori.”

Nella sua prima stagione come allenatore del Renon, Riku-Petteri Lehtonen nel 2016 si è subito aggiudicato lo scudetto. L’anno scorso il 47enne di Turku ha vinto di nuovo il titolo tricolore ed il primo storico trofeo dell’Alps Hockey League. Ad inizio di questa stagione con i suoi “Buam” ha conquistato anche la Supercoppa, battendo a Milano i padroni di casa nettamente per 8:3. Grazie a questo successo, Lehtonen ha portato a Collabo ben quattro trofei in sole tre stagioni. Anche sul palcoscenico internazionale la sua squadra ha ottenuto ottimi risultati. Negli ultimi due anni ha sempre raggiunto la Finale della Continental Cup, torneo chiuso poi in entrambe le occasioni al quarto posto.

Prima del suo incarico sul Renon, Lehtonen aveva ricoperto principalmente il ruolo di assistant coach nella Liiga finlandese, fatta eccezione per una breve parentesi da capo allenatore con il TPS. Da giocatore, Lehtonen ha vestito in Italia la casacca del Milano, aggiudicandosi, sotto la guida di Adolf Insam, gli scudetti 2005 e 2006.

Il nuovo assistente allenatore sarà già presente nella prossima trasferta dell’Italia per l’Euro Ice Hockey Challenge che si disputerà a Katowice in Polonia (16-18 febbraio). Un test molto importante contro i padroni di casa, l’Ungheria ed il Kazakistan.