Il Renon esagera: 7-0 al Milano

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per i campioni d’Italia del Renon nella 19° giornata dell’Alps Hockey League. Sabato sera i “Buam” si sono imposti a Collalbo sull’HC Milano, in piena emergenza, con un nettissimo 7:0. Con 39 punti all’attivo la squadra di Lehtonen sale al sesto posto in classifica, a pari punti con il Ljubljana.

Giovedì la dirigenza del club lombardo ha comunicato di essersi separata, per motivi di risparmio, dai giocatori stranieri. Infatti sono stati rescissi i contratti con Riley Brace (si è già trasferito all’HC Bolzano Alto Adige), lo sloveno Maks Selan ed i canadesi Guillaume Doucet e Francis Verreault-Paul. Anche Francesco De Biasio, che ha firmato oggi con il Gardena, non fa più parte della rosa milanese. Coach Drew Omiccioli è stato cosi privato, in un colpo solo, di cinque dei suoi migliori sei scorer. Lehtonen invece ha dovuto fare a meno di Philipp Pechlaner, impegnato con la Nazionale Under 20, e di Kevin Fink, oltre al capitano Dan Tudin.

Inizio fulminante dei campioni d’Italia. Al 14.17 il centro svedese Henrik Eriksson apre le marcature, soli 14 secondi più tardi Manuel Öhler trova il gol del raddoppio. Per il 17enne prodotto del vivaio è la prima rete in assoluto con la maglia dei “Buam”. Con il doppio vantaggio dei padroni di casa le due squadre vanno anche al primo riposo.

Dopo 28.27 minuti il Renon chiude definitivamente i giochi. Alex Frei serve il disco a Julian Kostner, che supera Martino Valle da Rin per il tris dei “Buam”. Poi anche il Milano crea alcune azioni da gol, ma Thomas Tragust non si fa superare da Asinelli e compagni.

Nell’ultimo drittel i padroni di casa dilagano. Al 47.37 Julian Kostner cala il poker, subito dopo anche il bomber caldarese Alex Frei si iscrive nella lista marcatori. Ad otto minuti dalla sirena finale è nuovamente Julian Kostner, autore di una tripletta, a realizzare il gol del 6:0. Soli 86 secondi più tardi il gardenese Simon Kostner fissa il 7:0 finale. Fa festa anche il portiere Thomas Tragust, che festeggia il suo primo shutout con la maglia dei “Buam”.

Per il Renon è il terzo successo stagionale contro il Milano. All’andata in Lombardia, la squadra dell’altopiano si è imposta per 3:1, inoltre si è aggiudicata all’Agorà anche la finale della Supercoppa Italiana per 5:4 ai supplementari. Ora i campioni d’Italia possono riposare undici giorni nell’AHL. Il 19 dicembre il Renon farà poi visita agli sloveni dello Jesenice.

 

 

Rittner Buam – HC Milano Rossoblù 7:0 (2:0, 1:0, 4:0)

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Ivan Tauferer-Alexander Brunner, Aleksandrs Jerofejevs-Imants Lescovs, Christoph Vigl-Andreas Lutz; Olegs Sislannikovs-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Alex Frei-Julian Kostner-Thomas Spinell, Stefan Quinz-Tobias Brighenti-Markus Spinell, Manuel Öhler-Alexander Eisath-Adam Giacomuzzi
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

HC Milano: Martino Valle da Rin (Federico Tesini); Andrea Schina-Stefan Ilic, Andreas Radin-Alessandro Re, Andrea Fadani; Simone Asinelli-Edoardo Caletti-Marcello Borghi, Mattia Alario-Aleksander Petrov-Tommaso Terzago, Fabian Platzer-Davide Xamin-Gianluca Tilaro, Andrea Pirelli
Coach: Drew Omicioli

Arbitri: Andrea Moschen, Andreas Supper (Piero Giacomozzi, Philipp Mathey)

Reti: 1:0 Henrik Eriksson (14.17), 2:0 Manuel Öhler (14.31), 3:0 Julian Kostner (28.27), 4:0 Julian Kostner (47.37), 5:0 Alex Frei (48.00), 6:0 Julian Kostner (52.00), 7:0 Simon Kostner (53.26)

Il Milano arriva al Renon senza stranieri

Dopo aver battuto martedi a Collalbo il Wipptal per 4:1, il Renon gioca anche sabato in casa la 20° giornata dell´Alps Hockey League. I Buam affronteranno già alle ore 18 (e non come annunciato precedentemente alle ore 18.30) l´HC Milano Rossoblù.

Il Renon parte da grande favorito, essendo una vera potenza in casa. I campioni d´Italia di coach Riku-Petteri Lehtonen hanno vinto quest´anno otto delle nove partita disputate a Collalbo, realizzando 46 gol e subendone appena 22. Inoltre in questa stagione il Renon si è aggiudicato entrambi i confronti diretti disputati a Milano (3:1 nell´ AlpsHL con doppietta di Olegs Sislannikovs – nella foto di Max Pattis – e 5:4 dopo i tempi supplementari nella Finale di Supercoppa). In classifica la formazione altoatesina ha ben 25 punti in più dei lombardi. Il Renon è attualmente settimo con 36 punti, mentre il Milano è terz´ultimo con appena 11 punti all´attivo.


Milano arriva senza stranieri

Ieri inoltre la dirigenza del club lombardo ha comunicato di essersi separato, per motivi di risparmio, dai giocatori stranieri. Infatti sono stati rescissi i contratti con Riley Brace (si è già trasferito all´HC Bolzano Alto Adige), lo sloveno Maks Selan ed i canadesi Guillaume Doucet e Francis Verreault-Paul. Anche Francesco De Biasio non fa più parte della rosa milanese. Coach Drew Omiccioli è stato cosi privato, in un colpo solo, di cinque dei suoi migliori sei scorer.

Lehtonen invece dovrà fare a meno di Philipp Pechlaner, impegnato con la Nazionale Under 20, mentre c´è un grande punto interrogativo dietro la presenza di Kevin Fink.

La partita verrà diretta dal duo Andrea Moschen ed Andreas Supper, assistiti da Piero Giacomozzi e Matthey..

 

Le partite di sabato 8 dicembre dell´Alps Hockey League, 20° giornata

ore 17.30: EHC Lustenau – EK Zeller Eisbären
ore 18.00: Rittner Buam – HC Milano
ore 19.30: VEU Feldkirch – EC Kitzbühel
ore 20.30: Fassa Falcons – HC Lupi Val Pusteria
ore 20.30: SG Cortina – HC Gherdëina

 

La classifica dell´Alps Hockey League dopo 19 giornate

1. HC Lupi Val Pusteria 56 punti (+1 partita)
2. VEU Feldkirch 43 (+2 partite)
3. EHC Lustenau 41 (+1 partita)
4. Red Bull Juniors 40 (+1 partita)
5. HK Olimpija 39
6. Asiago Hockey 37 (-1 partita)
7. Rittner Buam 36 (-1 partita)
8. WSV Wipptal Broncos 35 (+1 partita)
9. HDD Jesenice 34 (+1 partita)
10. HC Gherdeina 30 (+2 partite)
11. SG Cortina 27
12. EK Zeller Eisbären 23 (+1 partita)
13. EC Kitzbühel 20
14. EC Bregenzerwald 17 (+2 partite)
15. HC Milano Rossoblù 11
16. Fassa Falcons 7 (-1 partita)
17. EC Klagenfurt II 5 (+2 partite)

 

IHL Serie A

1. HC Val Pusteria 24 punti/9 partite
2. Rittner Buam 18/9
3. HC Asiago 15/8
4. Wipptal Broncos 13/8
5. SG Cortina 11/8
6. HC Gardena 10/9
7. Milano Rossoblu 6/8
8. Fassa Falcons 2/7

Il Renon si prende la rivincita: Broncos battuti 4:1

Solo 72 ore dopo aver perso a Vipiteno per 3:0, il Renon si prende la rivincita e batte a Collalbo il Wipptal Weihenstephan per 4:1 (foto Max Pattis). Con questa vittoria i campioni d´Italia scavalcano di nuovo in classifica i Broncos e sono ora, con l´Asiago, sesti con 36 punti, mentre il Vipiteno scivola all´ottavo posto, ad una lunghezza dai Buam. Grande protagonista della serata Alex Frei, autore di una doppietta e di un assist.

Coach Riku Lehtonen ha dovuto rinunciare stasera agli infortunati Gabri e Fink, oltre a Philipp Pechlaner, impegnato con la Nazionale Under 20, che si sta preparando per i Mondiali in Polonia. Ospiti invece al gran completo. Al 9.40 i Broncos passano anche in vantaggio con Daniel Maffia, che sfrutta un passaggio di Tommy Kruselberger. La quarta linea dei Broncos colpisce contro il primo blocco del Renon.

Nel periodo centrale i padroni di casa ribaltano però la partita. Prima con una doppietta di Alex Frei, che al 26.54 pareggia e solo tre minuti più tardi insacca il 2:1 su assist di Aleksandrs Jerofejevs. Per il bomber caldarese sono il 15° e 16° sigillo stagionale. Poco prima dell´intervallo si deve accomodare in panca puniti il difensore ospite Dominik Bernard ed il Renon sfrutta subito il suo primo powerplay per realizzare il 3:1 con Imants Lescovs, servito da Frei.

Nel terzo periodo i padroni di casa controllano agevolmente la partita ed a 39 secondi dalla sirena segnano in inferiorità numerica il 4:1 finale con Thomas Spinell.

Per il Renon è il 9° successo casalingo di fila in campionato. A Collalbo i Buam sono inoltre imbattuti da otto incontri (dal 30 settembre 2014) contro i Broncos.

I campioni d´Italia disputeranno anche la prossima partita di campionato, sabato 8 dicembre in casa contro il Milano. L´incontro inizierà già alle ore 18 e non come precedentemente comunicato alle ore 18.30.


Rittner Buam – Wipptal Broncos Weihenstephan 4:1 (0:1, 3:0, 1:0)

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Ivan Tauferer-Tobias Brighenti, Aleksandrs Jerofejevs-Imants Lescovs, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Alexander Brunner-Michael Lang; Olegs Sislannikovs-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Alex Frei-Dan Tudin-Thomas Spinell, Stefan Quinz-Julian Kostner-Markus Spinell, Manuel Öhler-Alexander Eisath-Adam Giacomuzzi
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

Wipptal Broncos: Gianluca Vallini (Jakob Rabanser); Fabian Hockhofer-Hannes Oberdörfer, Roland Hofer-Christian Borgatello, Michael Messner-Dominik Bernard, Felix Tschimben; Matthias Mantinger-Tobias Kofler-Daniel Erlacher, Tommy Gschnitzer-Kyle Just-Jure Sotlar, Brandon McNally-Paolo Bustreo-Luca Felicetti, Tommy Kruselberger-Daniel Maffia-Paul Eisendle
Coach: Jan Ivo

Arbitri: Matthias Holzer, Rene Strasser (Matthias Christeli, Mauro De Zordo)

Reti: 0:1 Daniel Maffia (9.40). 1:1 Alex Frei (26.54), 2:1 Alex Frei (29.55), 3:1 Imants Lescovs (38.33), 4:1 Thomas Spinell (59.21)


I risultati delle altre partite del martedi nell´Alps Hockey League:

VEU Feldkirch – HC Gherdeina valgardena.it 3:1 (1:0, 1:1, 1:0)
1:0 Dylan Stanley (9.20), 1:1 Michael Sullmann Pilser (20.44), 2:1 Niklas Gehringer (25.52), 3:1 Robin Soudek (59.35)

HC Lupi Val Pusteria – Die Adler Stadtwerke Kitzbühel 3:0 (0:0, 1:0, 2:0)
1:0 Markus Gander (22.28), 2:0 Armin Helfer (54.48), 3:0 Teemu Sakari Virtala (59.10)


La classifica dell´Alps Hockey League dopo 19 giornate

1. HC Val Pusteria 56 punti (+1 Spiel)
2. VEU Feldkirch 43 (+2 Spiele)
3. Red Bull Juniors 40 (+1 Spiel)
4. HK Olimpija 39
5. EHC Lustenau 38
6. Rittner Buam 36 (-1 Spiele)
7. Asiago Hockey 36 (-2 Spiele)
8. WSV Wipptal Broncos 35
9. HDD Jesenice 34 (+1 Spiel)
10. HC Gherdeina 30 (+2 Spiele)
11. SG Cortina 27
12. EK Zeller Eisbären 23 (+1 Spiel)
13. EC Kitzbühel 20
14. EC Bregenzerwald 17 (+2 Spiele)
15. HC Milano 11
16. Fassa Falcons 5 (-2 Spiele)
17. EC Klagenfurt II 5 (+2 Spiele)


IHL Serie A

1. HC Val Pusteria 24 punti/9 partite
2. Rittner Buam 18/9
3. HC Asiago 14/7
4. Wipptal Broncos 13/8
5. SG Cortina 11/8
6. HC Gardena 10/9
7. Milano Rossoblu 6/8
8. Fassa Falcons 0/6

Il Renon cerca la rivincita

Subito rivincita tra Rittner Buam e Wipptal Broncos Weihenstephan che martedì si sfideranno a Collabo. Sabato sera le due formazioni si sono incontrate a Vipiteno. I Broncos si sono imposti nettamente per 3:0 (foto Oscar Brunner), andando a fermare la buona corsa dei Campioni d´Italia, che era arrivata fino ad otto successi consecutivi.

Anche il Wipptal, nelle ultime sei gare è andato sempre a punti (cinque vittorie) ed ha superato sabato proprio il Renon in classifica arrivando fino al 7° posto, mentre i “Buam” con la sconfitta di sabato sono scesi al 9° posto. Ma i numeri sono tutti a favore della squadra di Collalbo. Il Renon nelle ultime settimane ha vinto otto partite consecutive in casa. Inoltre alla Ritten Arena il Vipiteno è stato sconfitto per sette volte di fila. L’ultimo successo dei Broncos a Collalbo risale a più di quattro anni fa, al 30 settembre 2014. Un dato che accomuna le due formazioni è la loro correttezza: il Vipiteno ha raccolto finora solo 177 minuti di penalità, il Renon 197.

Questa partita è anche importante per il Campionato Italiano. Per l´IHL contano solo gli incontri AHL tra le otto squadre italiane (in totale per ogni formazione 14 partite, andata e ritorno) Le migliori quattro squadre si qualificheranno per la semifinale scudetto. Attualmente il Renon è secondo in questa classifica, alle spalle del Val Pusteria, ma con un punto di vantaggio sull´Asiago e due sul Wipptal, che però hanno disputato una partita in meno. Domani una vittoria potrebbe chiudere il discorso.

Il derby a Collalbo verrà diretto dagli arbitri Holzer e Strasser, assistiti da Cristeli e De Zordo.


Alps Hockey League, le prossime partite:

martedi, 04.12.2018, ore 19.30: VEU Feldkirch – HC Gherdeina valgardena.it
martedi, 04.12.2018, ore 20: Rittner Buam – Wipptal Broncos Weihenstephan
martedi, 04.12.2018, ore 20: HC Lupi Val Pusteria – Die Adler Stadtwerke Kitzbühel
giovedi, 06.12.2018, ore 20: Wipptal Broncos – EHC Alge Elastic Lustenau
giovedi, 06.12.2018, ore 20.30: Fassa Falcons – Migross Supermercati Asiago
La classifica dell´Alps Hockey League dopo 19 giornate

1. HC Val Pusteria 53 punti
2. VEU Feldkirch 40 (+1 partita)
3. Red Bull Juniors 40 (+1 partita)
4. HK Olimpija 39
5. EHC Lustenau 38
6. Asiago Hockey 36 (-2 partite)
7. WSV Wipptal Broncos 35 (-1 partita)
8. HDD Jesenice 34 (+1 partita)
9. Rittner Buam 33 (-2 partite)
10. HC Gherdeina 30 (+1 partita)
11. SG Cortina 27
12. EK Zeller Eisbären 23 (+1 partita)
13. EC Kitzbühel 20 (-1 partita)
14. EC Bregenzerwald 17 (+2 partite)
15. HC Milano 11
16. Fassa Falcons 5 (-2 partite)
17. EC Klagenfurt II 5 (+2 partite)
IHL Serie A

1. HC Val Pusteria 24 punti/9 partite
2. Rittner Buam 15/8
3. HC Asiago 14/7
4. Wipptal Broncos 13/7
5. SG Cortina 11/8
6. HC Gardena 10/9
7. Milano Rossoblu 6/8
8. Fassa Falcons 0/6

Kyle Just interrompe la striscia positiva del Renon

Dopo otto vittorie di fila, i campioni d´Italia del Renon si sono dovuti arrendere sabato sera nella 19°gionata dell´Alps Hockey League in trasferta ai Broncos Wipptal per 3:0. Grande protagonista della serata il canadese Kyle Just (nella foto di Oscar Brunner), che ha realizzato tutte e tre le reti del Vipiteno.

Stasera i Broncos hanno festeggiato il loro 43° successo nel 102° derby disputato contro il Renon. Con questa vittoria superano i “Buam” anche in classifica e sono ora settimi con 35 punti all´attivo, mentre il Renon segue al 9° posto, staccato di due lunghezze, ma con una partita da recuperare.

L´allenatore del Vipiteno, Jan Ivo ha avuto oggi la completa rosa a disposizione. Per i suoi difensori Roland Hofer e Christian Borgatello, che l´anno scorso hanno vestito la casacca dei campioni d´Italia, era naturalmente una partita particolare. Nel Renon mancavano invece Kevin Fink e Radovan Gabri, ma è ritornato a disposizione Stefan Quinz, che ha scontato la sua giornata di squalifica..

Dopo la convincente prova di giovedi contro il Val Pusteria, oggi il Renon era irriconoscibile, mentre i Broncos hanno disputato una grande partita, trascinati da un incredibile Kyle Just, che ha praticamente deciso da solo il match. Il 27enne canadese è andato a segno una volta in ogni drittel, realizzando i suoi gol numero 18, 19 e 20.  Al 10.48 ha sfruttato un assist di Jure Sotlar per l´1:0. A metà del secondo periodo ha poi raddoppiato ed al 43.20 ha colpito anche in superiorità numerica (Dan Tudin era in panca puniti), sempre su passaggio di Sotlar, per il 3:0 finale.

Già martedi il Renon avrà però la possibilità di prendersi la rivincita. Infatti le due squadre si ritroveranno alle ore 20, questa volta a Collalbo. Questa partita si sarebbe dovuta giocare già il 20 novembre, ma poi è stata rinviata per la Continental Cup al 4 dicembre.

 

Wipptal Broncos Weihenstephan – Rittner Buam 3:0 (1:0, 1:0, 1:0)

Wipptal Broncos: Gianluca Vallini (Jakob Rabanser); Fabian Hockhofer-Hannes Oberdörfer, Roland Hofer-Christian Borgatello, Michael Messner-Dominik Bernard, Felix Tschimben; Matthias Mantinger-Tobias Kofler-Daniel Erlacher, Tommy Gschnitzer-Kyle Just-Jure Sotlar, Brandon McNally-Paolo Bustreo-Luca Felicetti, Tommy Kruselberger-Daniel Maffia-Paul Eisendle
Coach: Jan Ivo

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Ivan Tauferer-Tobias Brighenti, Aleksandrs Jerofejevs-Imants Lescovs, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Alexander Brunner; Olegs Sislannikovs-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Alex Frei-Dan Tudin-Thomas Spinell, Philipp Pechlaner-Julian Kostner-Markus Spinell, Manuel Öhler-Alexander Eisath-Stefan Quinz
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

Arbitri: Alex Lazzari, Federico Giacomozzi (Matthias Christeli, Michele Salviero)

Reti: 1:0 Kyle Just (10.48), 2:0 Kyle Just (27.47), 3:0 Kyle Just (43.20)

 

Le altre partite dell´Alps Hockey League, 19° giornata, sabato 1 dicembre 2018

HDD Jesenice – VEU Feldkirch 1:5 (0:3, 0:0, 1:2)
0:1 Niklas Gehringer (0.55), 0:2 Jordan Pfennich (10.54), 0:3 Dylan Stanley (19.03), 0:4 Steven Birnstill (40.51), 1:4 Luzka Kalan (46.28), 1:5 Christian Jennes (57.08)

HC Milano – HK Olimpija 4:6 (0:3, 4:0, 0:3)
0:1 Gregor Koblar  (4.00), 0:2 Miha Zajc (10.42), 0:3 Zen Jezovsek (19.06), 1:3 Davide Xamin (32.32), 2:3 Guillaume Doucet (33.13), 3:3 Edoardo Caletti (37.56), 4:3 Edoardo Caletti (39.47), 4:4 Ales Kranjc (48.11), 4:5 Ales Music (58.42), 4:6 Gal Koren (59.52)

Red Bull Juniors – Fassa Falcons 7:0 (2:0, 4:0, 1:0)
1:0 Nico Feldner (6.25), 2:0 Casper Evertsson (7.56), 3:0 Nico Feldner (23.19), 4:0 Oliver Nordberg (24.54), 5:0 Jesper Kokkila (30.08), 6:0 Valtteri Meisaari (34.38), 7:0 Oliver Nordberg (57.00)

EK Zeller Eisbären – EC Klagenfurt II 0:3 (0:0, 0:1, 0:2)
0:1 Philipp Cirtek (37.28), 0:2 Daniel Obersteiner (40.32), 0:3 Nikolaus Kraus  (56.10)

HC Val Pusteria – Asiago Hockey 4:0 (1:0, 1:0, 2:0)
1:0 Max Oberrauch (12.08), 2:0 Cody Corbett (22.18), 3:0 Ivan Althuber (42.39), 4:0 Armin Hofer (49.00)

HC Gherdeina – EC Bregenzerwald 3:2 (2:0, 1:2, 0:0)
1:0 Benjamin Kostner (6.44), 2:0 Michael Sullmann Pilser (13.34), 3:0 Simon Pitschieler  (25.34), 3:1 Philipp Pöschmann (32.39), 3:2 Kai Fässler (35.07)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 19 giornate

1. HC Val Pustertal 53 punti
2. VEU Feldkirch 40 (+1 partita)
3. Red Bull Juniors 40 (+1 partita)
4. HK Olimpija 39
5. EHC Lustenau 38 (-1 partita)
6. Asiago Hockey 36 (-2 partite)
7. WSV Wipptal Broncos 35 (-1 partita)
8. HDD Jesenice 34 (+1 partita)
9. Rittner Buam 33 (-2 partite)
10. HC Gherdeina 30 (+1 partita)
11. SG Cortina 24 (-1 partita)
12. EK Zeller Eisbären 23 (+1 partita)
13. EC Kitzbühel 20 (-1 partita)
14. EC Bregenzerwald 17 (+2 partite)
15. HC Milano 11
16. Fassa Falcons 5 (-2 partite)
17. EC Klagenfurt II 5 (+2 partite)

Il Renon cerca contro il Wipptal la nona vittoria di fila

Sabato è in programma la 19° giornata dell’Alps Hockey League. Uno degli incontri di cartello, il derby altoatesino tra i Wipptal Broncos, ed i campioni d’Italia del Renon, si disputerà alle ore 19.30 nella Weihenstephan Arena di Vipiteno.

I “Buam” hanno fermato giovedi sera a Collalbo la capolista Val Pusteria, che era reduce da 17 successi in altrettante uscite. La formazione dell’altopiano, grazie alla netta vittoria di 5:2, ha così festeggiato la sua ottava vittoria consecutiva. Con 33 punti all’attivo dopo 16 partite disputate, i campioni d’Italia occupano l’ottava posizione in classifica.

Domani la squadra di Riku Lehtonen farà visita ai Wipptal Broncos, settima forza dell’Alps. La società della Valle di Vizze sta giocando uno splendido campionato, nel quale ha battuto anche pezzi da novanta come Jesenice, Feldkirch e Lustenau. Grande merito anche di due ex difensori del Renon: Christian Borgatello, che negli ultimi quattro anni ha vinto praticamente tutto con i “Buam”, e Roland Hofer, anche lui trasferitosi in estate da Collalbo a Vipiteno, sfideranno per la prima volta i loro ex compagni di squadra.

I “Broncos” ed il Renon si sono affrontati negli anni passati nella Serie A italiana, ma anche nelle ultime due stagioni dell’AHL. Il bilancio parla a favore della formazione di Collalbo, che ha vinto 56 dei 101 confronti diretti giocati, contro tre pareggi e 42 sconfitte. I “Buam” sono imbattuti da tre gare contro il Wipptal, tanto che l’ultimo successo dei “Broncos” risale a quasi due anni fa, quando si sono imposti il 10 dicembre 2016 per 4:1 sul Renon.

Sabato Lehtonen ritrova l’attaccante Stefan Quinz, squalificato ieri sera contro il Val Pusteria. Ancora in dubbio invece la presenza dell’acciaccato Kevin Fink. I padroni di casa si presenteranno invece al gran completo. Piccola curiosità: Renon ed i Wipptal Broncos non si sfideranno solamente domani, ma anche martedi prossimo, però all’Arena Ritten. Questa partita si sarebbe dovuta giocare già il 20 novembre, ma è stata poi rinviata al 4 dicembre.

 

Alps Hockey League, 19° giornata, sabato 1 dicembre 2018

ore 18.00: HDD Jesenice – VEU Feldkirch
ore 19.00: HC Milano – HK Olimpija
ore 19.15: Red Bull Juniors – Fassa Falcons
ore 19.30: WSV Wipptal Broncos – Rittner Buam
ore 19.30: EK Zeller Eisbären – EC Klagenfurt II
ore 20.00: HC Val Pusteria – Asiago Hockey
ore 20.30: HC Gherdeina – EC Bregenzerwald
ore 17.00: SG Cortina – EHC Lustenau (domenica 2 dicembre)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 18 giornate

1. HC Val Pusteria 50 punti
2. EHC Lustenau 38
3. VEU Feldkirch 37 (+1 partita)
4. Red Bull Juniors 37 (+1 partita)
5. HK Olimpija 36
6. Asiago Hockey 36 (-2 partite)
7. HDD Jesenice 34 (+1 partita)
8. Rittner Buam 33 (-2 partite)
9. WSV Wipptal Broncos 32 (-1 partita)
10. HC Gherdeina 27 (+1 partita)
11. SG Cortina 24
12. EK Zeller Eisbären 23 (+1 partita)
13. EC Kitzbühel 20
14. EC Bregenzerwald 17 (+2 partite)
15. HC Milano 11
16. Fassa Falcons 5 (-2 partite)
17. EC Klagenfurt II 2 (+2 partite)

Un grande Renon batte la capolista Val Pusteria per 5:2

Prestazione perfetta dei campioni d’Italia del Renon nella 18° giornata dell’Alps Hockey League. Giovedì sera i “Buam” si sono imposti in casa, davanti a 1200 spettatori, sulla capolista Val Pusteria con un netto 5:2. Per i “Lupi” è la prima sconfitta stagionale dopo 17 successi consecutivi, mentre il Renon ha vinto la sua ottava gara di fila.

Stasera gli ospiti brunicensi hanno avuto l’occasione di scrivere un pezzo di storia nell´AHL: con un successo, il Val Pusteria avrebbe infatti stabilito la striscia vincente più lunga dell’Alps. Però il Renon ancora una volta ha rovinato la festa ai cugini pusteresi, grazie anche ad una super prestazione del neo-arrivato Aleksandrs Jerofejevs. Il 34enne difensore lettone, schierato nel secondo blocco difensivo con il suo connazionale Imants Lescovs, è stato il giocatore chiave del successo dei campioni d’Italia. Coach Lehtonen oggi ha dovuto fare a meno del solito duo difensivo Radovan Gabri e Kai Lehtinen, oltre allo squalificato Stefan Quinz ed all’acciaccato Kevin Fink. Assenze pesanti anche tra le file pusteresi: Petri Mattila non ha potuto schierare i tre titolari Simon Berger, l’ex Renon Tommaso Traversa e Denny Elliscasis.

Avvio lento per entrambe le formazioni. A creare il primo pericolo ci pensa Max Oberrauch, però il numero 6 dei “Lupi” non centra la porta. Dall’altra parte ci prova Andreas Lutz, ma anche il suo tiro finisce largo. All’ottavo minuto il Renon è fortunato: dopo un rinvio disastroso dell’ex Thomas Tragust, Imants Lescovs si butta nella conclusione. Poi il Renon ha ben quattro superiorità numeriche a favore, ma Julian Kostner, Ivan Tauferer (due volte) e Lutz non riescono a superare Colin Furlong. I “Lupi” si affidano invece al solito Max Oberrauch, che però sbatte sull’attento Tragust. Così dopo 20 minuti il risultato rimane inchiodato sull’0:0.

Subito ad inizio della ripresa il Val Pusteria si becca altri due minuti di penalità. Questa volta i padroni di casa non perdonano e passano in vantaggio con Henrik Eriksson, che sfrutta un grande assist di Thomas Spinell per l’1:0. Il Renon domina il match ed al minuto 27.09 trova il raddoppio: il neo-acquisto Jerofejevs si infila fra due avversari e serve Alex Frei, che da posizione centrale supera Furlong per il 2:0. Gran gol per il bomber caldarese, già il suo 13° centro, così come l’assist al bacio di Jerofejevs. I campioni d’Italia non si fermano ed al 34.11° è sempre Frei, che cala il tris. Solamente 73 secondi più tardi il Val Pusteria accorcia le distanze con Alex De Lorenzo Meo, che dopo un passaggio sbagliato di Sislannikovs batte Tragust con un tiro preciso sotto l’incrocio dei pali. A pochi secondi dalla fine del periodo centrale i “Lupi” riaprono nuovamente il match grazie a Felix Brunner, che segna nella mischia il gol del 3:2.

Nell’ultimo drittel il Renon chiude il match: su rigore Andreas Lutz si dimostra freddissimo a battere Furlong tra i gambali per il 4:2. Poi gli ospiti pusteresi tentano il tutto per tutto, ma Tauferer e compagni non si fanno superare. Con Furlong fuori per un sesto giocatore di movemento, è Julian Kostner a realizzare nella porta vuota il 5:2 finale.

 

Rittner Buam – HC Pustertal 5:2 (0:0, 3:2, 2:0)

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Ivan Tauferer-Tobias Brighenti, Aleksandrs Jerofejevs-Imants Lescovs, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Alexander Brunner; Olegs Sislannikovs-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Alex Frei-Dan Tudin-Thomas Spinell, Philipp Pechlaner-Julian Kostner-Markus Spinell, Manuel Öhler-Alexander Eisath-Adam Giacomuzzi
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

HC Val Pusteria: Colin Furlong (Hannes Stoll); Armin Helfer-Cody Corbett, Gianluca March-Armin Hofer, Ivan Althuber-Maximilian Leitner; Max Oberrauch-Raphael Andergassen-Markus Gander, Lukas De Lorenzo Meo-Teemu Virtala-Gregor Grossgasteiger, David Laner-Marko Virtala-Alex De Lorenzo Meo, Felix Brunner-Thomas Erlacher-Alessio Piroso
Coach: Petri Mattila

Arbitri: Andrea Benvegnu, Federico Stefenelli (Mauro De Zordo, Antonio Piras)

Reti: 1:0 Henrik Eriksson (22.36), 2:0 Alex Frei (27.09), 3:0 Alex Frei (34.11), 3:1 Alex De Lorenzo Meo (35.24), 3:2 Felix Brunner (38.46), 4:2 Andreas Lutz (45.22), 5:2 Julian Kostner (59.03)

 

Alps Hockey League, 18° giornata, giovedì 29 novembre 2018

Red Bull Juniors – WSV Wipptal Broncos 4:3 d.t.s. (0:0, 1:1, 2:2, 1:0)
1:0 Julian Klöckl (23.55), 1:1 Kyle Just (31.27), 1:2 Jure Sotlar (41.59), 2:2 Julian Klöckl (45.05), 3:2 Casper Evertsson (55.23), 3:3 Jure Sotlar (59.54), 4:3 Christof Wappis (61.00)

Fassa Falcons – SG Cortina 3:4 (0:2, 2:0, 1:1)
0:1 Nick Bruneteau (5.19), 0:2 Riccardo Lacedelli (13.53), 1:2 Diego Iori (20.22), 2:2 Channing Bresciani (25.16), 2:3 Mathieu Ayotte (39.10), 2:4 Andrea Moser (57.29), 3:4 Karl Östman (58.30)

Rittner Buam – HC Val Pusteria 5:2 (0:0, 3:2, 2:0)
1:0 Henrik Eriksson (22.36), 2:0 Alex Frei (27.09), 3:0 Alex Frei (34.11), 3:1 Alex De Lorenzo Meo (35.24), 3:2 Felix Brunner (38.46), 4:2 Andreas Lutz (45.22), 5:2 Julian Kostner (59.03)

HC Gherdeina – HC Milano 4:0 (2:0, 1:0, 1:0)
1:0 David Galassiti (8.07), 2:0 Ivan Demetz (14.42), 3:0 Derek Eastman (29.01), 4:0 Joel Brugnoli (53.44)

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 18 giornate

1. HC Val Pusteria 50 punti
2. EHC Lustenau 38
3. VEU Feldkirch 37 (+1 partita)
4. Red Bull Juniors 37 (+1 partita)
5. HK Olimpija 36
6. Asiago Hockey 36 (-2 partite)
7. HDD Jesenice 34 (+1 partita)
8. Rittner Buam 33 (-2 partite)
9. WSV Wipptal Broncos 32 (-1 partita)
10. HC Gherdeina 27 (+1 partita)
11. SG Cortina 24
12. EK Zeller Eisbären 23 (+1 partita)
13. EC Kitzbühel 20
14. EC Bregenzerwald 17 (+2 partite)
15. HC Milano 11
16. Fassa Falcons 5 (-2 partite)
17. EC Klagenfurt II 2 (+2 partite)

Giovedì il super derby Renon contro Val Pusteria

Giovedì sera si disputa la 19° giornata di campionato dell’Alps Hockey League. Il match di cartello è in programma a Collalbo, dove alle ore 20 i campioni d’Italia del Renon ospiteranno la capolista Val Pusteria. In questa occasione i “Buam” presenteranno anche il loro nuovo acquisto: il difensore lettone Aleksandrs Jerofejevs festeggerà domani il suo debutto in AHL.

I “Lupi” pusteresi sono reduci da uno storico avvio di stagione, con 17 vittorie in altrettante uscite. Dopo il successo nettissimo di sabato per 8:0 sul Gardena, la formazione di Brunico ha eguagliato l’Asiago per la striscia più lunga di sempre, che l’anno scorso si era fermato proprio a 17 vittorie consecutive. Domani il Val Pusteria potrebbe così scrivere un pezzo di storia dell’AHL. Le 17 vittorie hanno permesso alla formazione di Brunico di accumulare già 12 punti di vantaggio sul Lubiana, secondo con 38 punti. Il Renon occupa invece la nona posizione con 30 punti, però i “Buam” devono ancora recuperare tre incontri e vantano una striscia positiva di sette vittorie di fila. L’ultima sconfitta risale al 13 ottobre, quando Tudin e compagni si sono dovuti arrendere in trasferta all’Asiago per 3:2.

I numeri sorridono ai Lupi

Se si guardano solo i numeri, il Val Pusteria parte anche domani leggermente favorito. I “Lupi” vantano con 76 reti segnati il terzo miglior attacco del campionato e con appena 21 reti subiti nettamente la più forte difesa dell’AHL. Quest’anno il portiere Colin Furlong ha mantenuto già per quattro volte la sua porta inviolata. Nessuno para come lui in questa stagione. Il Val Pusteria si è aggiudicato anche il match d’andata a Brunico contro i “Buam” di misura per 3:2. Il Renon comunque non parte da outsider: anzi, all’Arena Ritten la squadra di Lehtonen sta giocando sui suoi miglior livelli ed in sette gare casalinghe si è dovuta arrendere solamente allo Jesenice. I campioni d’Italia dovranno cercare di sfruttare le loro armi: il Renon ha sia il più efficace powerplay (27,1%) che anche il miglior penalty killing (87,8%) del campionato. I “Buam” comandano anche negli scontri diretti: domani le due tradizionali si affronteranno in campionato per la 167° volta. Il bilancio parla per il Renon, con 88 vittorie contro cinque pareggi e 73 successi pusteresi.

 

Alps Hockey League, 19° giornata, giovedì 29 novembre 2018

ore 19.00: HDD Jesenice – EK Zeller Eisbären (mercoledì 28 novembre)
ore 19.30: EC Klagenfurt II – Asiago Hockey (mercoledì 28 novembre)
ore 19.30: EC Kitzbühel – EC Bregenzerwald (mercoledì 28 novembre)
ore 19.15: Red Bull Juniors – WSV Wipptal Broncos
ore 20.00: Fassa Falcons – SG Cortina
ore 20.00: Rittner Buam – HC Val Pusteria
ore 20.30: HC Gherdeina – HC Milano

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 18 giornate

1. HC Val Pusteria 50 punti (-1 partita)
2. EHC Lustenau 38
3. VEU Feldkirch 37 (+1 partita)
4. HK Olimpija 36
5. Red Bull Juniors 35
6. Asiago Hockey 33 (-3 partite)
7. HDD Jesenice 31
8. WSV Wipptal Broncos 31 (-2 partite)
9. Rittner Buam 30 (-3 partite)
10. HC Gherdeina 24
11. EK Zeller Eisbären 22
12. SG Cortina 21 (-1 partita)
13. EC Kitzbühel 20 (-1 partita)
14. EC Bregenzerwald 14 (+1 partita)
15. HC Milano 11 (-1 partita)
16. Fassa Falcons 5 (-3 partite)
17. EC Klagenfurt II 2 (+1 partita)

Aleksandrs Jerofejevs rinforza la difesa del Renon

Grande colpo di mercato dei “Rittner Buam”, che ingaggiano il difensore Aleksandrs Jerofejevs. Il 34enne lettone esordirà in maglia Renon già giovedì a Collalbo nella supersfida dell’Alps Hockey League contro la capolista Val Pusteria.

Jerofejevs sostituisce l’infortunato difensore finlandese Kai Lehtinen, che, dopo essersi rotto il crociato, ha chiuso in anticipo la sua prima stagione con i “Buam”. Il lettone Jerofejevs l’anno scorso ha militato tra le file della Dinamo Riga in KHL, dove era tra l’altro anche il vice capitano della squadra. In 247 partite di KHL, con tre maglie diverse (prima di Riga ha giocato con il Nizhnekmask e Metallburg Novokuznetsk), il 34enne muro difensivo ha messo a segno otto gol e 26 assist. Quest’estate ha accettato l’offerta del Prizma Riga, squadra che gioca nel campionato lettone. Ora lo attende una nuova avventura con i campioni d’Italia. Jerofejevs arriva in giornata in Alto Adige ed in serata si allenerà per la prima volta con i suoi nuovi compagni. Fra due giorni, il lettone sarà già sul ghiaccio in vista del superderby altoatesino tra il Renon ed i Lupi pusteresi, ancora imbattuti dopo 17 giornate.

Alto 1,90m per 86 kg, Jerofejevs inizia la sua carriera hockeistica nel 2000 con gli Stalkers Juniors Daugavpils, formazione con la quale gioca fino alla stagione 2002-03, prima di passare ai rivali del Metalurgs Liepaja. Un anno dopo viene convocato nella nazionale Under 20 della Lettonia e, sempre nel 2004, esordirà anche in prima squadra. In 13 anni di Nazionale disputa 87 sfide (4 reti e 12 assist) e 43 partite ai Mondiali (due gol e quattro assist). Ad inizio della stagione 2004-05, Jerofejevs si trasferisce negli Stati Uniti ai Sioux Falls Stampede, collezionando, complessivamente, 52 presenze. Un anno dopo arriva la chiamata dei Roanoke Valley Vipers, ma l’esperienza americana dura appena 12 mesi, prima di iniziare nel 2006 un nuovo capitolo in Slovacchia con l’HK DKP Proprad. La seguente estate Jerofejevs viene ingaggiato dalla squadra ceca HC Sparta Praha, dove gioca con una certa continuità per due anni, portando a 73 i suoi gettoni nella lega, chiusa con cinque punti. Dopo aver giocato nel 2009 brevemente anche con i Neftekhimik Nizhnekamsk (cinque presenze) in KHL, Jerofejevs firma in estate con il Metallurg Novokuznetsk, diretto avversario in campionato. Dopo due ottimi stagioni, il difensore ha vissuto una seconda esperienza in Slovacchia, con la casacca del Slovan Bratislava, società con la quale vince anche il suo primo e finora unico titolo nazionale. Nonostante questo successo, Jerofejevs decide di cambiare nuovamente aria, accasandosi nel secondo campionato russo VHL al Kuban Krasnodar e l´anno dopo al Neftyanik Almetievsk. Nel 2014 ritorna in Lettonia, dove gioca tre stagioni da protagonista con la Dinamo Riga. Ora lo attende una nuova sfida con la maglia del Renon.

Il Renon infila la settima vittoria di fila: Cortina battuto per 7:2

Continua la striscia positiva dei campioni d’Italia del Renon nella Alps Hockey League. Sabato sera i “Buam” si sono imposti in casa, davanti a 632 spettatori, nettamente per 7:2 sul Cortina, infilando così la settima vittoria di fila.

Oltre ai due soliti difensori infortunati. Radovan Gabri e Kai Lehtinen, coach Riku Lehtonen stasera ha dovuto rinunciare anche all’attaccante Kevin Fink. Per i padroni di casa la partita non inizia nel migliore dei modi. Già dopo 3.36 minuti Devin Di Diomete porta in avanti il Cortina. Poi il Renon comincia a dettare il ritmo ed al minuto 11.18 trova il pareggio con Alex Frei, che trasforma un assist di Imants Lescovs per l’1:1. A 18 secondi dalla prima sirena i campioni d’Italia ribaltano il match con il solito Frei, che firma la sua personale doppietta. Per il bomber caldarese sono i sigilli numero 11 e 12 in questo campionato.

Nel periodo centrale il capitano dei “Buam”, Dan Tudin, trova in superiorità numerica la terza rete, poco dopo il Cortina accorcia le distanze con Marco Sanna. La partita rimane molto equilibrata e, nuovamente a pochi secondi dalla fine del drittel, il Renon cala il poker. Questa volta si iscrive nella lista marcatori lo svedese Henrik Eriksson, che al 39.39 supera Marco De Filippo Roia per il 4:2.

Nell’ultimo periodo il Renon dilaga. Al 45.19 fa festa anche il difensore Ivan Tauferer, pochi secondi dopo il gardenese Simon Kostner e Thomas Spinell superano Luca Burzacca, subentrato dopo il quinto gol a De Filippo Roia, per il 7:2. Tutto facile per i padroni di casa, che aspettano solo il fischio finale. Per i “Buam” la settima vittoria consecutiva.

 

Rittner Buam – SG Cortina 7:2 (2:1, 2:1, 3:0)

Rittner Buam: Thomas Tragust (Hannes Treibenreif); Ivan Tauferer-Tobias Brighenti, Christoph Vigl-Imants Lescovs, Alexander Brunner-Andreas Lutz, Adam Giacomuzzi-Michael Lang; Olegs Sislannikovs-Henrik Eriksson-Simon Kostner, Alex Frei-Dan Tudin-Thomas Spinell, Philipp Pechlaner-Julian Kostner-Markus Spinell, Manuel Öhler-Alexander Eisath-Stefan Quinz
Coach: Riku-Petteri Lehtonen

SG Cortina: Marco De Filippo Roia (ab 45.19 Luca Burzacca); Francesco Taufer-Nicholas Trecapelli, Federico Lacedelli-Nick Bruneteau, Massimo Cordiano-Michael Zanatta, Emanuele Larcher-Rene Vallazza, Devin Di Diomete-Francesco Adami-Luca Barnabo, Toumas Vänttinen-Mathieu Ayotte-Riccardo Lacedelli, Marco Sanna-Andrea Moser-Ronny De Zanna, Alessandro Zanatta-Giovanni Toffoli-Tommaso Alvera
Coach: Giorgio De Bettin

Arbitri: Andrea Benvegnu, Turo Virta (Davide Mantovani, Daniel Rigoni)

Reti: 0:1 Devin Di Diomete (3.36), 1:1 Alex Frei (11.18), 2:1 Alex Frei (19.42), 3:1 Dan Tudin (27.52), 3:2 Marco Sanna (30.02), 4:2 Henrik Eriksson (39.39), 5:2 Ivan Tauferer (45.19), 6:2 Simon Kostner (47.26), 7:2 Thomas Spinell (48.32)

 

Alps Hockey League, 18° giornata, sabato 24 novembre 2018

EHC Lustenau – EC Klagenfurt II 4:3 (2:0, 0:3, 2:0)
1:0 Martin Grabher (4.47), 2:0 Martin Grabher (14.11), 2:1 Philipp Cirtek (21.07), 2:2 Markus Pirmann (23.11), 2:3 Philipp Cirtek (34.31), 3:3 Marc-Olivier Vallerand (47.47), 4:3 Marc-Olivier Vallerand (58.48)

EK Zeller Eisbären – Red Bull Juniors 2:3 d.t.r. (1:0, 0:1, 1:1, 0:0)
1:0 Fabian Scholz (10.53), 1:1 Casper Evertsson (38.04), 1:2 Tobias Schmitz (50.33), 2:2 Peter LeBlanc (59.21), 2:3 rigore decisivo: Casper Evertsson (65.00)

EC Kitzbühel – HDD Jesenice 4:3 d.t.s. (2:0, 1:1, 0:2, 1:0)
1:0 Adam Havlik (12.26), 2:0 Henrik Hochfilzer (18.49), 3:0 Mario Ebner (24.43), 3:1 Nik Pem (30.00), 3:2 Luka Basic (46.41), 3:3 Tadej Cimzar (47.50), 4:3 Peter Lenes (64.50)

EC Bregenzerwald – VEU Feldkirch 1:5 (1:0, 0:2, 0:3)
1:0 Christian Ban (4.38), 1:1 Diethard Winzig (34.53), 1:2 Niklas Gehringer (37.59), 1:3 Robin Soudek (49.15), 1:4 Smail Samardzic (51.27), 1:5 Patrick Ratz (57.15)

Fassa Falcons – WSV Wipptal Broncos 1:6 (0:1, 0:4, 1:1)
0:1 Matthias Mantinger (14.11), 0:2 Matthias Mantinger (21.44), 0:3 Paolo Bustreo (25.54), 0:4 Tobias Kofler (28.26), 0:5 Kyle Just (37.46), 1:5 Elias Thum (49.49), 1:6 Luca Felicetti (56.02)

HC Val Pusteria – HC Gherdeina 8:0 (3:0, 2:0, 3:0)
1:0 Teemu Virtala (11.27), 2:0 Armin Hofer (15.43), 3:0 Raphael Andergassen (17.58), 4:0 Marko Virtala (30.59), 5:0 Armin Hofer (38.37), 6:0 Gregor Grossgasteiger (41.54), 7:0 Gregor Grossgasteiger (49.29), 8:0 Gregor Grossgasteiger (51.56)

Rittner Buam – SG Cortina 7:2 (2:1, 2:1, 3:0)
0:1 Devin Di Diomete (3.36), 1:1 Alex Frei (11.18), 2:1 Alex Frei (19.42), 3:1 Dan Tudin (27.52), 3:2 Marco Sanna (30.02), 4:2 Henrik Eriksson (39.39), 5:2 Ivan Tauferer (45.19), 6:2 Simon Kostner (47.26), 7:2 Thomas Spinell (48.32)

Asiago Hockey – HC Milano 3:1 (0:1, 1:0, 2:0)
0:1 Guillaume Doucet (12.21), 1:1 Marco Rosa (36.08), 2:1 Alexander Gellert (41.51), 3:1 Lorenzo Casetti (58.58)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 18 giornate

1. HC Val Pusteria 50 punti (-1 partita)
2. EHC Lustenau 38
3. VEU Feldkirch 37 (+1 partita)
4. Red Bull Juniors 35
5. HK Olimpija 33 (-1 partita)
6 Asiago Hockey 33 (-3 partite)
7. HDD Jesenice 31 (-1 partita)
8. WSV Wipptal Broncos 31 (-2 partite)
9. Rittner Buam 30 (-3 partite)
10. HC Gherdeina 24
11. EK Zeller Eisbären 22
12. SG Cortina 21 (-1 partita)
13. EC Kitzbühel 20 (-1 partita)
14. EC Bregenzerwald 14 (+1 partita)
15. HC Milano 11 (-1 partita)
16. Fassa Falcons 5 (-3 partite)
17. EC Klagenfurt II 2 (+1 partita)