Sabato viene l´EC Kitzbühel sul Renon

Altro impegno casalingo per i campioni d’Italia del Renon nell’Alps Hockey League: sabato sera i “Buam” ospiteranno alle ore 20, a Collalbo, nella 17° giornata di campionato, l’EC Kitzbühel, attualmente 14° in classifica.

Il Renon vorrebbe conquistare contro le “Aquile” la quarta vittoria di fila contro una formazione austriaca. I campioni d´Italia si sono infatti imposti nelle ultime tre giornate di campionato, in casa sul Vienna e Salisburgo, mentre ieri hanno superato in trasferta il Linz. In porta ritornerà il titolare Kevin Lindskoug, a Linz ha giocato il suo backup Hannes Treibenreif (nella foto di Max Pattis). Domani Dan Tudin e compagni proveranno ad allungare la loro striscia vincente. Il Renon occupa attualmente con 33 punti il quarto posto in classifica, alle spalle di Val Pusteria (36), Lubiana (35) e Asiago (34).

Gli austriaci occupano invece la 14° posizione con 17 punti all’attivo. Ieri le “Aquile” si sono dovute arrendere in casa ai campioni in carica dell´AHL, Olympia Lubiana per 4:2. Per Kitzbühel era la nona sconfitta stagionale, la settima nelle ultime otto uscite. Inoltre i tirolesi sembrano essere una delle vittime preferite dei “Buam”, che hanno vinto sette degli otto precedenti, con uno score di 43:19 reti. La squadra di Charles Franzen si è affermata una sola volta, il 23 dicembre di due anni fa, in casa per 6-5 ai tempi supplementari.

La gara di Collalbo verrà diretta dagli arbitri Simone Lega e Federico Stefenelli, assistiti da Stefano Terragni e Simone Vignolo.

Alps Hockey League, 17° giornata, sabato 23 novembre 2019

ore 18.00: HDD Jesenice – EC Klagenfurt II
ore 19.00: Steel Wings Linz – HK Olimpija
ore 19.30: EHC Lustenau – VEU Feldkirch
ore 19.30: EC Bregenzerwald – Vienna Capitals
ore 19.30: Wipptal Broncos – HC Gherdeina
ore 20.00: Rittner Buam – EC Kitzbühel
ore 20.00: HC Val Pusteria – SG Cortina
ore 20.30: Asiago Hockey – EK Zeller Eisbären
ore 20.30: Fassa Falcons – Red Bull Juniors


La classifica dell´Alps Hockey League dopo 16 giornate

1. HC Val Pusteria 36 punti
2. HK Olimpija 35
3. Asiago Hockey 34 (+1 partita)
4. Rittner Buam 33
5. SG Cortina 30 (-1 partita)
6. EHC Lustenau 30 (+1 partita)
7. HC Gherdeina 26 (-1 partita)
8. EK Zeller Eisbären 25 (-1 partita)
9. VEU Feldkirch 24 (-3 partite)
10. HDD Jesenice 24
11. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
12. Fassa Falcons 21 (-2 partite)
13. Red Bull Juniors 19 (+1 partita)
14. EC Kitzbühel 17 (-1 partita)
15. EC Klagenfurt II 17 (+1 partita)
16. Vienna Capitals Silver 15 (-1 partita)
17. EC Bregenzerwald 11
18. Steel Wings Linz 2 (-1 partita)

Il Renon spazza via in trasferta il Linz: 10:0 il risultato finale

Giovedi sera, nella 16° giornata dell’Alps Hockey League, i campioni d’Italia del Renon si sono imposti in trasferta sui Steel Wings Linz con un netto 10:0. Con questa vittoria i Buam difendono il quarto posto in classifica, alle spalle di Val Pusteria, Lubiana e Asiago, mentre il Linz rimane il fanalino di coda del campionato.

L´allenatore del Renon Janne Saavalainen stasera ha avuto a disposizione tutta la rosa, ma ha concesso un turno di riposo al suo portiere titolare Kevin Lindskoug, sostituendolo con Hannes Treibenreif, alla sua seconda presenza quest´anno in campionato. Presenza che ha festeggiato con un shutout. I Buam passano in vantaggio dopo soli 6 minuti di gioco con Stefan Quinz. 49 secondi più tardi segue il raddoppio del difensore Ryan Obuchowski ed all´11° è Philipp Pechlaner a siglare la terza rete, chiudendo praticamente il match. Nel periodo centrale il Renon scappa sull´8:0, poi nel terzo periodo segna altri due gol per il 10:0 finale. Miglior realizzatore della serata Ryan Obuchowski (nella foto di Max Pattis), autore di una tripletta, mentre Lane e Pechlaner realizzano due gol a testa, Nell´AHL il Renon era riuscito finora una sola volta ad imporsi per 10:0, l´anno scorso contro il Fassa.

Per i campioni d´Italia è l´11° successo stagionale, il terzo consecutivo. Con 76 reti segnate, i Buam vantano il miglior attacco del campionato, Sabato il Renon torna a casa a Collalbo, dove affronterà alle ore 20 l´EC Kitzbühel.

 

Steel Wings Linz – Rittner Buam 0:10 (0:3, 0:5, 0:2)

Steel Wings Linz: Thomas Stroj (dal 30.48 Beni Halasz); Ivan Korecky-Leon Philipp Kleiss, Moritz Matzka-Laurin Liesch, Jonas Keil-Lukas Holzinger; Laurens Ober-Paul Koudelka-Philipp Maurer, Stefan Freunschlag-Kilian Frühwirt-Marcel Mayrhofer, Krisztian Konya-Jakob Mitsch-Florian Sinzinger, Adam Fedor-Christian Kovanecz-Richard Neumaier
Coach: Karel Soudek

Rittner Buam: Hannes Treibenreif (Kevin Lindskoug); Marco Marzolini-Randy Gazzola, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Ryan Obuchowski-Radovan Gabri, Alexander Brunner; Alex Frei-Matt Lane-Simon Kostner, Stefan Quinz-Dan Tudin-Markus Spinell, Philipp Pechlaner-Julian Kostner-Thomas Spinell, Kevin Fink-Alexander Eisath-Manuel Öhler
Coach: Janne Saavalainen

Arbitri: Moritz Lehner, Andreas Supper (Julia Kainberger, Philipp Matthey)

Reti: 0:1 Stefan Quinz (6.04), 0:2 Ryan Obuchowski (6.53), 0:3 Philipp Pechlaner (11.44), 0:4 Randy Gazzola (20.50), 0:5 Matt Lane (23.18), 0:6 Ryan Obuchowski (25.32), 0:7 Simon Kostner (30.48), 0:8 Ryan Obuchowski (38.07), 0:9 Matt Lane (43.44), 0:10 Philipp Pechlaner (53.43)

 

Alps Hockey League, 16° giornata, giovedì 21 novembre 2019

Vienna Capitals Silver – HC Gherdeina 6:4
0:1 Pitschieler (11.22), 0:2 Brugnoli (19.28), 0:3 McGowan (28.06), 1:3 Antal (29.43), 2:3 Löfquist (36.53), 3:3 Löfquist (37.27), 3:4 Sullmann (45.53), 4:4 Ranftl (46.38), 5:4 Maxa (46.59), 6:4 Löfquist (58.20)

HDD Jesenice – Wipptal Broncos 8:5
1:0 Urukalo (1.36), 1:1 Doggett (6.11), 2:1 Tavzelj (6.30), 3:1 Urukalo (9.03), 4:1 Tomazevic (12.38), 4:2 Bustreo (17.47), 4:3 Milam (23.38), 4:4 Oberdorfer (24.27), 5:4 Hebar (26.27), 6:4 Sodja (30.08), 7:4 Djumic (36.29), 8:4 Ankerst (49.13), 8:5 Doggett (56.47)

Red Bull Juniors – EC Bregenzerwald 15:1
1:0 Tjernström (2.36), 2:0 Eckl (28.30), 3:0 Varejcka (29.46), 4:0 Schreier (31.53), 5:0 Varejcka (32.23), 6:0 Tjernström (33.07), 7:0 Luusuaniemi (34.41), 7:1 Söder (35.16), 8:1 Zitz (37.26), 9:1 Predan (38.12), 10:1 Luusuaniemi (40.54), 11:1 Tjernström  (41.59), 12:1 Frandl (43.27), 13:1 Arrak (47.10), 14:1 Tjernström (48.48), 15:1 Varejcka (51.10)

EC Kitzbühel – HK Olimpija 2:4
0:1 Pesut (4.36), 0:2 Koren (12.45), 0:3 Koren (25.08), 0:4 Ulamec (25.44), 1:4 Havlik (30.54), 2:4 Feix (58.48)

EC Klagenfurt II – Fassa Falcons 1:3
1:0 Pirmann (12.22), 1:1 Biondi (12.55), 1:2 Castlunger (35.45), 1:3 Caletti (59.39)

HC Val Pusteria – Asiago Hockey 2:1
1:0 Carozza (8.56), 2:0 Gander (11.42), 2:1 McParland (23.16)

SG Cortina – EHC Lustenau 5:6
0:1 Wilfan (10.08), 1:1 Zanatta (10.16), 1:2 D’Alvise (16.52), 1:3 Hrdina (17.03), 2:3 Lacedelli (17.35), 3:3 Tomasini (19.19), 3:4 Hurtubise (20.22), 3:5 Wilfan (29.24), 3:6 Hurtubise (43.29), 4:6 De Zanna (52.28), 5:6 Adami (54.08)


La classifica dell´Alps Hockey League dopo 16 giornate

1. HC Val Pusteria 36 punti
2. HK Olimpija 35
3. Asiago Hockey 34 (+1 partita)
4. Rittner Buam 33
5. SG Cortina 30 (-1 partita)
6. EHC Lustenau 30 (+1 partita)
7. HC Gherdeina 26 (-1 partita)
8. EK Zeller Eisbären 25 (-1 partita)
9. VEU Feldkirch 24 (-3 partite)
10. HDD Jesenice 24
11. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
12. Fassa Falcons 21 (-2 partite)
13. Red Bull Juniors 19 (+1 partita)
14. EC Kitzbühel 17 (-1 partita)
15. EC Klagenfurt II 17 (+1 partita)
16. Vienna Capitals Silver 15 (-1 partita)
17. EC Bregenzerwald 11
18. Steel Wings Linz 2 (-1 partita)

Il Renon fa visita al fanalino di coda Linz

Nella 16° giornata dell’Alps Hockey League i campioni d’Italia del Renon fanno visita alla seconda squadra del Linz. La gara si disputa giovedì sera alle ore 19 nella “Eisarena” di Linz. I Buam attualmente sono quarti in classifica con 30 punti, mentre il Linz è il fanalino di coda del campionato con soli due punti all’attivo.

Sabato il Renon si è imposto in casa contro i Red Bull Juniors facilmente per 4-1, festeggiando così il 10° successo stagionale, il secondo consecutivo. In classifica, la formazione di Saavalainen ha quattro punti di ritardo sulla capolista Asiago, che però ha disputato un incontro in più. Con un eventuale successo contro il Linz il Renon rimarrebbe nei “Big Four” del campionato. Domani i campioni d´Italia potranno presentarsi in Austria al gran completo.

Gli Steel Wings Linz, seconda squadra del Linz che milita nell’EBEL, stanno faticando nella loro prima stagione in AHL. Con appena due punti conquistati si trovano da soli all’ultimo posto in classifica, stccatissimo dalla penultima Bregenzerwald. Nelle 14 gare disputate finora, gli austriaci non hanno ancora mai vinto nei tempi regolamentari, una volta hanno vinto all’overtime, mentre sono stati sconfitti per ben 13 volte. Linz vanta con 16 reti realizzate e 70 subite il peggior attacco e la seconda peggior difesa dell’AHL. Per Linz sarà difficile resistere agli attacchi del Renon, che ha già segnato 66 gol in questa stagione, record della lega.


Alps Hockey League, 16° giornata, giovedì 21 novembre 2019

ore 13.30: Vienna Capitals Silver – HC Gherdeina
ore 19.00: HDD Jesenice – Wipptal Broncos
ore 19.00: Steel Wings Linz – Rittner Buam
ore 19.15: Red Bull Juniors – EC Bregenzerwald
ore 19.30: EC Kitzbühel – HK Olimpija
ore 19.30: EC Klagenfurt II – Fassa Falcons
ore 20.00: HC Val Pusteria – Asiago Hockey
ore 20.30: SG Cortina – EHC Lustenau


La classifica dell’Alps Hockey League dopo 15 giornate

1. Asiago Hockey 34 punti (+1 partita)
2. HC Val Pusteria 33
3. HK Olimpija 32
4. Rittner Buam 30
5. SG Cortina 30 (-1 partita)
6. EHC Lustenau 27 (+1 partita)
7. HC Gherdeina 26 (-1 partita)
8. EK Zeller Eisbären 25
9. VEU Feldkirch 24 (-2 partite)
10. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
11. HDD Jesenice 21
12. Fassa Falcons 18 (-2 partite)
13. EC Kitzbühel 17 (-1 partita)
14. EC Klagenfurt II 17 (+1 partita)
15. Red Bull Juniors 16 (+1 partita)
16. Vienna Capitals Silver 12 (-1 partita)
17. EC Bregenzerwald 11
18. Steel Wings Linz 2 (-1 Partita)

Il Renon c’è: Salisburgo battuto per 4-1

Seconda vittoria consecutiva per i campioni d’Italia del Renon nell’Alps Hockey League. Sabato sera i “Buam” si sono imposti nella 15° giornata a Collalbo sui Red Bull Juniors per 4-1. Grazie a questo successo, la formazione di Saavalainen aggancia il Cortina al quarto posto in classifica a quota 30 punti.

Sia i padroni di casa che la seconda squadra del Salisburgo hanno potuto schierare tutti i suoi miglior giocatori. La prima frazione di gioco è ancora molto equilibrata. La prima vera occasione da gol capita al quinto minuto sulla stecca di Stefan Quinz, ma l’estremo portiere austriaco Nicolas Wieser risponde presente. Poco dopo il Renon è fortunato: il tiro di Daniel Carlqvist colpisce solo il palo interno. Dopo un quarto d’ora di gioco i campioni d’Italia ci provano con Julian Kostner, ma Wieser non si fa superare. Così dopo 20 minuti il risultato rimane fermo sullo 0-0.

Subito dopo la ripresa i “Buam” passano in vantaggio con Dan Tudin, che supera Wieser tra i gambali per il gol dell’1-0. Per il capitano del Renon è il quarto centro stagionale. Al minuto 28.32 Simon Kostner parte in contropiede e batte Wieser con un tiro sotto l’incrocio dei pali. La gioia dei padroni di casa dura però soli 24 secondi, quando Robert Arrak respinge il disco in rete per il gol del 2-1. Passano altri due minuti ed il Renon cala il tris in superiorità numerica con un tiro dalla linea blu di Andreas Lutz. A pochi minuti dalla seconda sirena Kevin Fink potrebbe chiudere l’incontro, ma il numero 91 dei “Buam” si fa ipnotizzare da Wieser nell’uno contro uno. Sul 3-1 si va all’ultimo riposo.

Nell’ultimo drittel la squadra di Saavalainen non rischia più nulla e gioca con il cronometro. Gli austriaci tentano il tutto per tutto ed a due minuti dalla fine tolgono il loro portiere per un sesto giocatore. Il Salisburgo non riesce a riaprire il match, anzi, al 58.36 Markus Spinell segna nella porta vuota il 4-1 finale.

 

Rittner Buam – Red Bull Juniors 4:1 (0:0, 3:1, 1:0)

Rittner Buam: Kevin Lindskoug (Hannes Treibenreif); Marco Marzolini-Randy Gazzola, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Ryan Obuchowski-Radovan Gabri, Alexander Brunner-Adam Giacomuzzi; Alex Frei-Matt Lane-Simon Kostner, Stefan Quinz-Dan Tudin-Markus Spinell, Philipp Pechlaner-Julian Kostner-Thomas Spinell, Kevin Fink-Alexander Eisath-Manuel Öhler
Coach: Janne Saavalainen

Red Bull Juniors: Nicolas Wieser (Mauritz Merra); Valtteri Meisaari-Luka Nyman, Lukas Schreier-Paul Stapelfeldt, Daniel Carlqvist-Pontus Englund, David Rattensberger-Philipp Mass; Samuel Eriksson-Robert Arrak-Tim Harnisch, Aatu Luusuaniemi-Filip Varejcka-Oskar Maier, Maximilian Rebernig-Max Tjernström-Bastian Eckl, Alexander Frandl-Aljaz Predan-Marcel Zitz
Coach: Teemu Levijoki

Arbitri: Sebastian Lendl, Thomas Loicht (Simon Riecken, Alexander Weiss)

Reti: 1:0 Dan Tudin (22.17), 2:0 Simon Kostner (28.32), 2:1 Robert Arrak (28.56), 3:1 Andreas Lutz (30.55), 4:1 Markus Spinell (58.36)

 

Alps Hockey League, 15° giornata, sabato 16 novembre 2019

Vienna Capitals Silver – HC Gherdeina (rinviata)

HK Olimpija – SG Cortina 2:3 d.t.r. (2:0, 0:2, 0:0, 0:0)
1:0 Gal Koren (0.40), 2:0 Luka Zorko (6.50), 2:1 Nick Bruneteau (31.39), 2:2 Remy Giftopoulos (33.33), 2:3 rigore decisivo: Nick Bruneteau (65.00)

Wipptal Broncos – HC Val Pusteria 1:8 (0:2, 0:3, 1:2)
0:1 Massimo Carozza (13.29), Fabrizio Pace (19.08), 0:3 Markus Gander (32.08), 0:4 Yuri Cristellon (35.24), 0:5 Simon Berger (36.48), 0:6 Tommaso Traversa (39.28), 1:6 Slater Doggett (42.46), 1:7 Max Oberrauch (51.41), 1:8 Massimo Carozza (55.36)

EC Bregenzerwald – HDD Jesenice 3:5 (0:2, 1:2, 2:1)
0:1 Miha Brus (5.07), 0:2 Gasper Sersen (5.45), 1:2 Philipp Pöschmann (26.43), 1:3 Andrej Hebar (33.18), 1:4 Patrik Rajsar (35.23), 2:4 Michael Rainer (40.46), 2:5 Patrik Rajsar (44.36), 3:5 Lukas Göggel (53.49)

EK Zeller Eisbären – EC Kitzbühel 5:0 (2:0, 3:0, 1:0)
1:0 Martin Oraze (1.10), 2:0 Tomi Wilenius (4.59), 3:0 Benjamin Lanzinger (26.36), 4:0 Tomi Wilenius (35.27), 5:0 Jure Sotlar (38.07), 6:0 Maks Selan (55.46)

EHC Lustenau – EC Klagenfurt II 4:1 (1:0, 2:0, 1:1)
1:0 Dominic Haberl (8.36), 2:0 Maximilian Wilfan (23.30), 3:0 Chris D’Alvise (39.33), 3:1 Niklas Ofner (42.24), 4:1 Chris D’Alvise (43.40)

Asiago Hockey – Steel Wings Linz 3:0 (1:0, 2:0, -:-) – dopo 40 minuti
1:0 Chad Pietroniro (5.31), 2:0 Jose Magnabosco (20.55), 3:0 Chad Pietroniro (23.53)

Fassa Falcons – VEU Feldkirch (rinviata)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 15 giornate

1. Asiago Hockey 34 punti (+1 partita)
2. HC Val Pusteria 33
3. HK Olimpija 32
4. Rittner Buam 30
5. SG Cortina 30 (-1 partita)
6. HC Gherdeina 26 (-1 partita)
7. EK Zeller Eisbären 25
8. EHC Lustenau 24
9. VEU Feldkirch 24 (-2 partite)
10. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
11. HDD Jesenice 21 (-1 partita)
12. Fassa Falcons 18 (-2 partite)
13. EC Klagenfurt II 17 (+1 partita)
14. Red Bull Juniors 16 (+1 partita)
15. EC Kitzbühel 14 (-2 partite)
16. Vienna Capitals Silver 12 (-2 partite)
17. EC Bregenzerwald 11
18. Steel Wings Linz 2 (-1 partita)

Il Salisburgo fa visita a Collalbo

Sabato sera tutte le 18 squadre dell’Alps Hockey League scenderanno sul ghiaccio per disputare la 15° giornata di campionato. A Collalbo i campioni d’Italia del Renon sfideranno alle ore 20 la seconda squadra del Salisburgo, attualmente 14° in classifica.

I “Buam”, dopo il bello successo ottenuto ieri in casa per 7-1 sui Vienna Capitals Silver, hanno trovato grande autostima. “Man of the Match” Matt Lane, autore di una tripletta: “Ovviamente ero molto contento, non ti capita ogni giorno di segnare tre gol. Ma importante era ritornare alla vittoria. A Collalbo mi sento come a casa, qui si può lavorare molto bene. Domani contro il Salisburgo non sarà facile, ma noi guardiamo partita dopo partita e cerchiamo di migliorare in ogni gara soprattutto come squadra”, queste le parole del centro statunitense Lane.

Per il Renon era la nona vittoria stagionale in 14 uscite. La formazione dell’altopiano occupa la quinta posizione in classifica con 27 punti e domani vuole conquistare altri tre punti preziosi. Il prossimo avversario del Renon è il Salisburgo: gli austriaci non stanno disputando una grande stagione (14° con appena 16 punti), ma ieri sera si sono imposti in casa per 5-4 sull’HC Gherdeina, fermando così la loro striscia positiva di sei successi consecutivi.

Il Renon parte comunque da favorita, perché a Collalbo sembra essere imbattibile. In quattro anni, negli 88 gare casalinghe finora disputate in AHL, la squadra di Saavalainen ha festeggiato 72 vittorie. Sia l’anno scorso che due anni fa il Salisburgo è però riuscito ad espugnare rispettivamente una volta l’Arena Ritten. Il bilancio sorride comunque per 11 a 3 vittorie a favore dei campioni d’Italia.

 

Alps Hockey League, 15° giornata, sabato 16 novembre 2019

ore 18.00: Vienna Capitals Silver – HC Gherdeina
ore 19.00: HK Olimpija – SG Cortina
ore 19.30: Wipptal Broncos – HC Val Pusteria
ore 19.30: EC Bregenzerwald – HDD Jesenice
ore 19.30: EK Zeller Eisbären – EC Kitzbühel
ore 19.30: EHC Lustenau – EC Klagenfurt II
ore 20.00: Rittner Buam – Red Bull Juniors
ore 20.30: Asiago Hockey – Steel Wings Linz
ore 20.30: Fassa Falcons – VEU Feldkirch

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 14 giornate

1. HK Olimpija 31 punti
2. Asiago Hockey 31 (+1 partita)
3. HC Val Pusteria 30
4. SG Cortina 28 (-1 partita)
5. Rittner Buam 27
6. HC Gherdeina 26
7. VEU Feldkirch 24 (-1 partita)
8. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
9. EK Zeller Eisbären 22
10. EHC Lustenau 21
11. HDD Jesenice 18 (-1 partita)
12. Fassa Falcons 18 (-1 partita)
13. EC Klagenfurt II 17 (+1 partita)
14. Red Bull Juniors 16 (+1 partita)
15. EC Kitzbühel 14 (-2 partite)
16. Vienna Capitals Silver 12 (-1 partita)
17. EC Bregenzerwald 11
18. Steel Wings Linz 2 (-1 partita)

Il Renon dilaga contro il Vienna: 7-1 il risultato finale

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per i campioni d’Italia del Renon nella 14° giornata dell’Alps Hockey League. Giovedì sera i “Buam” si sono imposti a Collalbo contro i Vienna Capitals senza fatica per 7-1. Uomo partita l’attaccante statunitense Matt Lane, autore di una tripletta.

Nella classifica i ragazzi di coach Janne Saavalainen fanno un bel balzo in avanti. Ora il Renon si trova al quinto posto a quota 27 punti. Stasera i padroni di casa chiudono la pratica già nel primo periodo. Avvio fortissimo del Renon, che dopo soli 9.19 minuti passa in vantaggio con Markus Spinell. Poco dopo Alex Frei serve un assist a bacio per Matt Lane, che trova il facile tap in per il 2-0. Dopo un quarto d’ora di gioco i “Buam” calano il tris con Stefan Quinz, che in superiorità numerica supera l’estremo difensore austriaco Max Zimmermann I campioni d’Italia non si fermano e colpiscono ancora una volta con Lane. A questo punto si sono giocati appena 17.13 minuti. Sul 4-0 a favore del Renon si chiude anche il primo periodo.

Subito dopo la ripresa i “Caps” accorciano le distanze con un tiro deviato di Markus Hermanstad. I “Buam” non ci stanno e rispondono con lo strepitoso Matt Lane, che trova la personale tripletta per il 5-1. Per il 25enne centro statunitense non sono solo i sigilli numero 11, 12 e 13 in campionato, ma è anche il suo primo “hattrick” con la maglia dei campioni d’Italia. Poi non succede più nulla, sul 5-1 si va all’ultimo riposo.

Nell’ultimo drittel il Renon segna altri due gol. Al 49.10 Randy Gazzola realizza con un tiro preciso il 6-1. Soli 109 secondi più tardi si iscrive nella lista marcatori anche capitan Dan Tudin, che firma il 7-1 finale. Entrambi gol sono stati segnati in superiorità numerica. Una grande prestazione dei “Buam”, che fra 48 ore ospiteranno a Collalbo i Red Bull Juniors. La seconda squadra del Salisburgo ha battuto stasera a sorpresa l’HC Gherdeina.

 

Rittner Buam – Vienna Capitals Silver 7:1 (4:0, 1:1, 2:0)

Rittner Buam: Kevin Lindskoug (Hannes Treibenreif); Marco Marzolini-Randy Gazzola, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Ryan Obuchowski-Radovan Gabri, Alexander Brunner-Lois Fink; Alex Frei-Matt Lane-Simon Kostner, Stefan Quinz-Dan Tudin-Thomas Spinell, Philipp Pechlaner-Julian Kostner-Markus Spinell, Kevin Fink-Alexander Eisath-Manuel Öhler
Coach: Janne Saavalainen

Vienna Capitals Silver: Max Zimmermann (Jere Orpana); Jesper Akerman-Lukas Piff, Adam Akesson-Pascal Bayer, Philippe Lakos; Hans Anderson Löfquist-Fabio Artner-Markus Hermanstad, Mathias Böhm-Patrick Antal-Armin Preiser, Fabian Ranftl-Alexander Maxa-Henrik Neubauer, Fabio Rohm
Coach: Johan Sjöquist

Arbitri: Federico Giacomozzi, Andrea Moschen (Mauro De Zordo, Daniel Rigoni)

Reti: 1:0 Markus Spinell (9.19), 2:0 Matt Lane (13.33), 3:0 Stefan Quinz (14.40), 4:0 Matt Lane (17.13), 4:1 Markus Hermanstad (24.06), 5:1 Matt Lane (25.45), 6:1 Randy Gazzola (49.10), 7:1 Dan Tudin (50.59)

 

Alps Hockey League, 14° giornata, giovedì 14 novembre 2019

HK Olimpija – EK Zeller Eisbären 3:1 (1:0, 1:1, 1:0)
1:0 Anej Kujavec (8.31), 1:1 Philip Putnik (23.25), 2:1 Zan Jezovsek (23.56), 3:1 Luka Ulamec (42.32)

Red Bull Juniors – HC Gherdeina 5:4 (1:0, 2:2, 2:2)
1:0 Maximilian Rebernig (1.32), 1:1 Matt Wilkins (25.41), 2:1 Pontus Englund (27.09), 2:2 Bradley McGowan (34.30), 3:2 Nico Feldner (38.39), 3:3 Michael Sullmann (45.54), 4:3 Nico Feldner (52.01), 4:4 Michael Sullmann (57.28), 5:4 Pontus Englund (58.41)

HC Val Pusteria – EC Bregenzerwald (rinviata)

SG Cortina – Wipptal Broncos 5:1 (0:0, 5:1, -:-) – dopo 40 minuti
1:0 Nick Bruneteau (21.23), 2:0 Riccardo Lacedelli (27.01), 3:0 Andrea Moser (28.09), 3:1 Matthias Mantinger (30.29), 4:1 Riccardo Lacedelli (34.16), 5:1 Riccardo Lacedelli (38.26)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 14 giornate

1. HK Olimpija 31 punti
2. Asiago Hockey 31 (+1 partita)
3. HC Val Pusteria 30
4. SG Cortina 28 (-1 partita)
5. Rittner Buam 27
6. HC Gherdeina 26
7. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
8. VEU Feldkirch 24 (-1 partita)
9. EK Zeller Eisbären 22
10. EHC Lustenau 21
11. HDD Jesenice 18 (-1 partita)
12. Fassa Falcons 18 (-1 partita)
13. EC Klagenfurt II 17 (+1 partita)
14. Red Bull Juniors 16 (+1 partita)
15. EC Kitzbühel 14 (-2 partite)
16. Vienna Capitals Silver 12 (-1 partita)
17. EC Bregenzerwald 11
18. Steel Wings Linz 2 (-1 partita)

Il Renon torna in AHL ed affronta il Vienna

Dopo gli impegni della Nazionale, il Renon ritorna domani nell’Alps Hockey League. Giovedì sera i campioni d’Italia affronteranno a Collalbo i Vienna Capitals Silver. Il match inizia alle ore 20.

Dopo 12 giorni di pausa, i Buam ritornano cosi in AHL. La squadra di Saavalainen occupa dopo 13 giornate la sesta posizione in classifica con 24 punti. Domani c’è da superare l’ostacolo Vienna: la seconda squadra della formazione EBEL sta deludendo nella sua prima stagione in AHL e si trova appena alla 16° posizione in classifica con 12 punti conquistati in altrettante uscite. Inoltre la compagine austriaca vanta con 24 reti segnate il secondo peggior attacco della lega. Il Renon non ha invece problemi a trovare il via del gol: sono infatti già 55 le reti realizzate da Frei e compagni, record dell’AHL.

Domani i campioni d’Italia puntano nuovamente sul fattore ghiaccio: in sei partite casalinghe, il Renon ha conquistato 13 dei 18 punti in palio. I Buam giocheranno quattro delle prossime cinque gare a Collalbo: dopo Vienna, sabato arriva il Salisburgo, poi il Renon farà visita al Linz. Successivamente i Buam ospiteranno il Kitzbühel e lo Jesenice. “Ci attendono quattro partite molto dure, dopodiché facciamo un primo bilancio. Sicuramente le fatiche della Continental Cup si sono viste, abbiamo giocato qualche brutta partita. A volte eravamo anche troppi offensivi, che ci è costato qualche punto. Ma siamo comunque sodisfatti con questo inizio di stagione, quest’anno il campionato è equilibratissimo. Il Vienna è una squadra molto giovane, ma non possiamo sottovalutarli”, afferma il direttore sportivo del Renon, Adolf Insam.

Mentre il Renon è reduce da tre sconfitte nelle ultime quattro gare, il Vienna cerca domani la terza vittoria di fila. Gli austriaci hanno vinto le ultime due uscite casalinghe contro Salisburgo e Lustenau. Per quanto riguarda la formazione, coach Janne Saavalainen può contare sul suo roster completo.

 

Alps Hockey League, 14° giornata, giovedì 14 novembre 2019

ore 19.15: HK Olimpija – EK Zeller Eisbären
ore 19.15: Red Bull Juniors – HC Gherdeina
ore 20.00: HC Val Pusteria – EC Bregenzerwald
ore 20.00: Rittner Buam – Vienna Capitals Silver
ore 20.30: SG Cortina – Wipptal Broncos

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 13 giornate

1. Asiago Hockey 31 punti (+2 partite)
2. HC Val Pusteria 30 (+1 partita)
3. HK Olimpija 28
4. HC Gherdeina 26
5. SG Cortina 25 (-1 partita)
6. Rittner Buam 24
7. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
8. VEU Feldkirch 24
9. EK Zeller Eisbären 22
10. EHC Lustenau 21 (+1 partita)
11. HDD Jesenice 18
12. Fassa Falcons 18
13. EC Klagenfurt II 17 (+2 partite)
14. EC Kitzbühel 14 (-1 partita)
15. Red Bull Juniors 13 (+1 partita)
16. Vienna Capitals Silver 12 (-1 partita)
17. EC Bregenzerwald 11 (+1 partita)
18. Steel Wings Linz 2

Il Renon si arrende al Gardena per 3-2 all’overtime

Sconfitta di misura per i campioni d’Italia del Renon nella 13° giornata dell’Alps Hockey League. Sabato sera i “Buam” si sono dovuti arrendere all’HC Gherdeina in trasferta, davanti ad oltre 900 spettatori, per 3-2 ai tempi supplementari.

In questa complicata trasferta a Selva, coach Janne Saavalainen ha dovuto rinunciare nuovamente al suo trio offensivo Dan Tudin, Alexander Eisath e Manuel Öhler. Le “Furie” hanno invece dovuto fare a meno di Damian Bergsteiger.

Il Renon domina il primo periodo ed al 3.49 passa anche meritatamente in vantaggio con il bomber caldarese Alex Frei. La gioia degli ospiti dura però soli pochi minuti, quando Bradley McGowan segna il gol dell’1-1. Dopo 18.23 minuti proprio McGowan si becca due minuti di penalità. I campioni d’Italia sfruttano questa superiorità numerica e colpiscono a 24 secondi dalla fine del primo drittel con Matt Lane. Una grande prestazione dei “Buam”, che nei primi 20 minuti tirano ben 24 volte nello specchio gardenese. L’estremo difensore delle “Furie”, Jacob Smith, risponde però presente.

Nel periodo centrale i padroni di casa prendono in mano il match e pareggiano al 28.12 con il canadese Matt Wilkins. Poi entrambe le squadre creano azioni da gol, ma dopo 40 minuti il risultato rimane inchiodato sul 2-2. La partita rimane aperta anche nell’ultimo drittel, ma Frei e compagni non trovano la terza rete. Così questa sfida va all’overtime. Ai tempi supplementari passano 67 secondi, quando lo straordinario McGowan segna in superiorità numerica (Matt Lane in panca puniti) il 3-2 finale che fa impazzire i tifosi ladini.

Per il Renon era la prima sconfitta in nove uscite nell’AHL contro il Gardena. Ora i “Buam” possono riposare fino al 14 novembre per gli impegni della Nazionale. Poi la squadra di Saavalainen se la vedrà in casa contro i Vienna Capitals Silver, che occupano attualmente il 16° posto in classifica.

 

HC Gherdeina – Rittner Buam 3:2 d.t.s. (1:2, 1:0, 0:0, 1:0)

HC Gherdeina: Jacob Smith (Leo Kostner); Ondrej Nedved-Patrick Nocker, Mikael Kurki-Tim Linder, Christian Willeit-Joel Brugnoli, Bean Schmalzl-Tobias Moroder; Michael Sullmann-Bradley McGowan-Matt Wilkins, Andreas Vinatzer-Simon Pitschieler-Gabriel Vinatzer, Leo Messner-Diego Glück-David Galassiti, Kevin Schmalzl-Samuel Moroder-Andrea Demetz
Coach: Erwin Kostner

Rittner Buam: Kevin Lindskoug (Hannes Treibenreif); Marco Marzolini-Randy Gazzola, Ryan Obuchowski-Radovan Gabri, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Alexander Brunner; Alex Frei-Matt Lane-Simon Kostner, Kevin Fink-Philipp Pechlaner-Markus Spinell, Stefan Quinz-Julian Kostner-Thomas Spinell, Adam Giacomuzzi-Lois Fink-Jakob Prast
Coach: Janne Saavalainen

Arbitri: Federico Giacomozzi, Turo Virta (Alessio Bedana, Daniel Rigoni)

Reti: 0:1 Alex Frei (3.49), 1:1 Bradley McGowan (7.02), 1:2 Matt Lane (19.36), 2:2 Matt Wikins (28.12), 3:2 Bradley McGowan (61.07)

Il Renon vuole altri tre punti sul ghiaccio del Gardena

Dopo aver battuto ieri in casa il Klagenfurt per 4-2, i campioni d’Italia del Renon vogliono proseguire la loro striscia positiva nell’Alps Hockey League anche sabato sera nell’impegnativa trasferta a Selva contro l’HC Gherdeina.

La formazione gardenese sta giocando un ottimo campionato e dopo 12 giornate occupa il sesto posto in classifica, con una lunghezza di vantaggio proprio sui “Buam”. La squadra di Erwin Kostner, ex assistent coach del Renon, è reduce da cinque vittorie consecutive, sette nelle ultime otto uscite. Ormai Pitschieler e compagni sono una realtà dell’AHL, come dimostra anche il successo di ieri per 3-2 sul ghiaccio del Val Pusteria.

Domani i padroni di casa vorrebbe ripetersi anche contro il Renon. I “Buam” sono ritornati ieri alla vittoria, festeggiando il sesto successo nelle ultime otto giornate. La partita di domani vale anche per la qualificazione della Final Four dell’IHL Serie A. In questa classifica il Renon guida con 10 punti, con due punti di vantaggio sul Cortina (una partita in meno) e tre sull’Asiago. Il Gardena dopo quattro incontri si trova invece al quarto posto con sei punti. Per il Renon la partita di domani vale dunque doppio.

Le due squadre altoatesine si sfideranno per la 67° volta nella loro storia. Il bilancio è favorevole al Renon, che ha vinto 37 sfide, contro un pareggio e 28 successi gardenesi. Il match, in programma sabato a Selva alle ore 18.30, verrà diretto dagli arbitri Federico Giacomozzi e Turo Virta, assistiti da Alessio Bedana e Daniel Rigoni.

 

Alps Hockey League, 13° giornata, sabato 2 novembre 2019

ore 18.00: HDD Jesenice – Asiago Hockey
ore 18.00: Vienna Capitals Silver – Red Bull Juniors
ore 18.15: EK Zeller Eisbären – Fassa Falcons
ore 18.30: HC Gherdeina – Rittner Buam
ore 19.00: Steel Wings Linz – EHC Lustenau
ore 19.30: EC Kitzbühel – HC Val Pusteria
ore 19.30: Wipptal Broncos – HK Olimpija
ore 19.30: VEU Feldkirch – SG Cortina
ore 19.30: EC Bregenzerwald – EC Klagenfurt II

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 12 giornate

1. Asiago Hockey 28 punti (+2 partite)
2. HC Val Pusteria 27 (+1 partita)
3. SG Cortina 25 (-1 partita)
4. HK Olimpija 25
5. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
6. HC Gherdeina 24
7. Rittner Buam 23
8. EK Zeller Eisbären 19
9. EHC Lustenau 18
10. Fassa Falcons 18
11. VEU Feldkirch 18 (-1 partita)
12. HDD Jesenice 18
13. EC Klagenfurt II 16 (+1 partita)
14. Red Bull Juniors 13 (+1 partita)
15. EC Kitzbühel 12 (-2 partite)
16. EC Bregenzerwald 8
17. Vienna Capitals Silver 6 (-2 partite)
18. Steel Wings Linz 2

 

La classifica dell‘IHL Serie A dopo 5 giornate

1. Rittner Buam 10 punti
2. SG Cortina 8 (-1 partita)
3. Asiago Hockey 7
4. HC Gherdeina 6 (-1 partita)
5. Fassa Falcons 6 (+1 partita)
6. HC Val Pusteria 5 (-2 partite)
7. Wipptal Broncos 3 (-2 partite)

Poker al Klagenfurt: il Renon torna al successo

Dopo due sconfitte di fila il Renon è tornato alla vittoria nell’Alps Hockey League. Giovedì sera i “Buam” si sono imposti a Collalbo, davanti a oltre 400 tifosi presenti all’Arena Ritten, sulla seconda squadra del Klagenfurt per 4-2.

Dopo 12 giornate il Renon rimane al settimo posto in classifica a quota 23 punti. Stasera l’allenatore dei “Buam”, Janne Saavalainen, ha dovuto fare a meno dei suoi tre attaccanti Dan Tudin, Alexander Eisath e Manuel Öhler. Recuperato invece Julian Kostner. Inoltre Lois Fink, classe 2001, e Jakob Prast (2002) hanno festeggiato il loro debutto nell’AHL.

La prima occasione della partita capita sulla stecca di Thomas Spinell, il suo tiro è però troppo centrale. Al 3.55 gli ospiti passano sorprendentemente in vantaggio: Lukas Haudum batte Kevin Lindskoug con un tiro sotto l’incrocio dei pali per l’1-0. Gli austriaci rimangono in attacco e ci provano più tardi con Valentin Hammerle, che però viene fermato da un grande intervento di Lindskoug. Così dopo 20 minuti il risultato sorride a favore del Klagenfurt.

Nel periodo centrale i campioni d’Italia ribaltano il match. Dopo 24.32 minuti il bomber caldarese trasforma un bel assist di Matt Lane per il gol del pareggio. Neanche tre minuti più tardi, con Kevin Szabad in panca puniti, il Renon colpisce ancora. Simon Kostner vede Randy Gazzola, che non sbaglia da due passi. A 16 secondi dal secondo intervallo Ryan Obuchowski si becca 5+20 minuti di penalità. I padroni di casa non rischiano nulla in inferiorità numerica ed al 46.39° calano anche il tris. Philipp Pechlaner chiude un contropiede per il 3-1. Per la giovane promessa del Renon è il terzo centro stagionale. Subito dopo Matt Lane ha la grande chance per il 4-1, ma l’attaccante statunitense si fa ipnotizzare da Jakob Holzer. In doppia superiorità numerica ci pensa nuovamente Gazzola a firmare il poker. Il 4-2 a 50 secondi dal termine di Nicolaus Casati è solo per le statistiche.

Per i “Buam” era la settima vittoria in altrettante uscite contro gli austriaci. Il Klagenfurt rimane così la vittima preferita del Renon, l’unica squadra contro la quale non ha ancora perso in AHL. Ora la formazione di Saavalainen si prepara per la complicata trasferta di sabato contro l’HC Gherdeina.

 

Rittner Buam – EC Klagenfurt II 4:2 (0:1, 2:0, 2:1)

Rittner Buam: Kevin Lindskoug (Hannes Treibenreif); Ryan Obuchowski-Randy Gazzola, Radovan Gabri-Marco Marzolini, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Alexander Brunner; Alex Frei-Matt Lane-Simon Kostner, Kevin Fink-Philipp Pechlaner-Markus Spinell, Stefan Quinz-Julian Kostner-Thomas Spinell, Adam Giacomuzzi-Lois Fink-Jakob Prast
Coach: Janne Saavalainen

EC Klagenfurt II: Jakob Holzer (Florian Vorauer); Thomas Patterer-Niklas Würschl, Kele Steffler-Jonatham Bergmann, Alexander Moser-Elias Dobnig; Marco Richter-Lukas Haudum-Rok Kapel, Valentin Hammerle-Simon Hammerle-Kevin Szabad, Nicolaus Casati-Mark Kompain-Josef Schönett, Marco Sunitsch-Valentin Ploner-Niklas Ofner
Coach: Kirk Furey

Arbitri: Simone Lega, Matthias Ruetz (Nicola Basso, Ondrej Pesek)

Reti: 0:1 Lukas Haudum (3.55), 1:1 Alex Frei (24.32), 2:1 Rand Gazzola (27.12), 3:1 Philipp Pechlaner (46.39), 4:1 Randy Gazzola (54.34), 4:2 Nicolaus Casati (59.10)

 

Alps Hockey League, 12° giornata, giovedì 31 ottobre 2019

HK Olimpija – Fassa Falcons 4:0 (1:0, 2:0, 1:0)
1:0 Anze Ropret (18.36), 2:0 Nik Simsic (25.33), 3:0 Anze Ropret (28.14), 4:0 Mark Sever (57.43)

Steel Wings Linz – EK Zeller Eisbären 1:3 (0:0, 0:3, 1:0)
0:1 Jure Sotlar (20.42), 0:2 Philip Putnik (22.28), 0:3 Benjamin Lanzinger (30.44), 1:3 Philipp Maurer (55.04)

Red Bull Juniors – HDD Jesenice 4:5 d.t.s. (2:1, 2:1, 0:2, 0:1)
1:0 Paul Stapelfeldt (4.21), 1:1 Jaka Ankerst (7.31), 2:1 Marcel Zitz (12.49), 3:1 Tim Harmisch (23.32), 4:1 Marcel Zitz (27.56), 4:2 Erik Svetina (31.38), 4:3 Jaka Sodja (46.20), 4:4 Nik Grahut (50.29), 4:5 Blaz Tomazevic (63.18)

EC Kitzbühel – Wipptal Broncos 4:5 (2:1, 2:3, 0:1)
1:0 Johan Schreiber (8.34), 2:0 Manuel Rosenlechner (11.36), 2:1 Matthias Mantinger (15.24), 3:1 Lasse Ussivirta (23.33), 3:2 Paolo Bustreo (24.42), 3:3 Matthias Mantinger (25.10), 3:4 Slater Doggett (35.37), 4:4 Henrik Hochfilzer (36.14), 4:5 Paolo Bustreo (52.13)

HC Val Pusteria – HC Gherdeina 2:3 (1:0, 0:2, 1:1)
1:0 Simon Berger (1.29), 1:1 Matt Wilkins (20.24), 1:2 Samuel Moroder (21.56), 1:3 Andreas Vinatzer (45.14), 2:3 Massimo Carozza (53.35)

SG Cortina – Asiago Hockey 3:3 (1:2, 2:0, 0:2) – dopo 50 minuti
0:1 Phil Pietroniro (10.58), 1:1 Nick Bruneteau (15.01), 1:2 Brandon McNally (18.11), 2:2 Riccardo Lacedelli (21.23), 3:2 Luca Barnabo (29.02), 3:3 Vincent Loschiavo (42.58), 3:4 Steven McParland (47.27)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 12 giornate

1. Asiago Hockey 29 punti (+2 partite)
2. HC Val Pusteria 27 (+1 partita)
3. SG Cortina 25 (-1 partita)
4. HK Olimpija 25
5. Wipptal Broncos 24 (+1 partita)
6. HC Gherdeina 24
7. Rittner Buam 23
8. EK Zeller Eisbären 19
9. EHC Lustenau 18
10. Fassa Falcons 18
11. VEU Feldkirch 18 (-1 partita)
12. HDD Jesenice 18
13. EC Klagenfurt II 16 (+1 partita)
14. Red Bull Juniors 13 (+1 partita)
15. EC Kitzbühel 12 (-2 partite)
16. EC Bregenzerwald 8
17. Vienna Capitals Silver 6 (-2 partite)
18. Steel Wings Linz 2