Il Renon si impone in trasferta sull’Asiago per 5-3

Giovedì sera i campioni d’Italia del Renon si sono aggiudicati la supersfida della 20° giornata dell’Alps Hockey League, battendo l’Asiago davanti a 640 spettatori all’Odegar per 5-3. Grande protagonista il bomber caldarese Alex Frei, autore di una tripletta. Con questa vittoria i “Buam” si confermano al secondo posto in classifica a quota 42 punti, a due lunghezze dalla capolista Lubiana.

L’allenatore del Renon, Janne Saavalainen, stasera ha dovuto rinunciare ad Alexander Brunner e Manuel Öhler, entrambi impegnati con la Nazionale Under 20, mentre il difensore Andreas Lutz è tornato nuovamente a disposizione dopo aver scontato le due giornate di squalifica. I padroni di casa si sono invece presentati al gran completo.

Grande avvio degli Stellati, che dopo soli 3.15 minuti passano in vantaggio con la firma del loro capitano Federico Benetti. Il Renon però non ci sta e trova quattro minuti più tardi il gol del pareggio con Alex Frei. Poco dopo Steven McParland e Brandon McNally si devono accomodare in panca puniti. Con McParland rientrato da pochi secondi sul ghiaccio, i “Buam” ribaltano il match: Stefan Quinz devia una conclusione di Radovan Gabri per il 2-1. Su questo punteggio le due squadre vanno anche al primo riposo.

Subito dopo la ripresa i campioni d’Italia calano il tris. A pensarci è nuovamente Frei, che segna con la sua personale doppietta il 3-1. Per il numero 21 del Renon sono i sigilli numero 13 e 14 in campionato. Poi l’Asiago prende in mano la gara e sfiora più volte il gol del 3-2, ma Kevin Lindskoug non si fa superare. Così dopo 40 minuti il risultato sorride sempre a favore dei “Buam”.

Nell’ultimo drittel il Renon chiude praticamente i conti: Andreas Lutz vede Julian Kostner, che al minuto 43.37 batte Gianluca Vallini per il 4-1. I padroni di casa non si arrendono e provano a riaprire il match con Alexander Gellert e Matteo Tessari. Negli ultimi minuti la squadra di Saavalainen concede pochissimo ed a 41 secondi dalla sirena ci pensa il solito Frei a segnare nella porta vuota il 5-3 finale. Per il caldarese è il secondo hattrick stagionale. Piccola curiosità: il primo lo ha segnato proprio contro gli Stellati.

Con questo successo il Renon quest’anno resta imbattuto contro i veneti. Già all’andata la squadra di Collalbo si era imposta in casa con un netto 10-5. La partita di stasera contava anche per le qualificazioni dell’IHL Serie A, dove adesso il Renon si trova in testa alla classifica con 14 punti, a pari merito con il Val Pusteria e Cortina. Inoltre stasera i “Buam” hanno sfatato anche il tabù dell’Odegar, dove non vincevano dall’8 aprile 2017. In quell’occasione i campioni d’Italia si erano imposti per 4-3 all’overtime.

 

Asiago Hockey – Rittner Buam 3:5 (1:2, 0:1, 2:2)

Asiago Hockey: Gianluca Vallini (Luca Stevan); Alexander Gellert-Phil Pietroniro, Francesco Forte-Enrico Miglioranzi, Lorenzo Casetti-Cameron Ginnetti; Steven McParland-Marco Rosa-Brandon McNally, Marek Vankus-Vincent Loschiavo-Jose Antonio Magnabosco, Simone Olivero-Michele Stevan-Chad Pietroniro, Matteo Tessari-Davide dal Sasso-Federico Benetti
Coach: Barry Smith

Rittner Buam: Kevin Lindskoug (Hannes Treibenreif); Marco Marzolini-Randy Gazzola, Christoph Vigl-Andreas Lutz, Ryan Obuchowski-Radovan Gabri, Jakob Prast; Alex Frei-Matt Lane-Simon Kostner, Philipp Pechlaner-Dan Tudin-Markus Spinell, Stefan Quinz-Julian Kostner-Thomas Spinell, Kevin Fink-Alexander Eisath-Adam Giacomuzzi
Coach: Janne Saavalainen

Arbitri: Ales Fajdiga, Borut Lesniak (Daniel Holzer, Mark Schweigkofler)

Reti: 1:0 Federico Benetti (3.15), 1:1 Alex Frei (7.37), 1:2 Stefan Quinz (14.20), 1:3 Alex Frei (26.22), 1:4 Julian Kostner (45.37), 2:4 Alexander Gellert (47.29), 3:4 Matteo Tessari (49.04), 3:5 Alex Frei (59.19)

 

Alps Hockey League, 20° giornata, giovedì 5 dicembre 2019

Steel Wings Linz – VEU Feldkirch 3:4 d.t.r. (2:1, 0:2, 1:0, 0:0)
0:1 Niklas Gehringer (6.10), 1:1 Jakob Mitsch (13.42), 2:1 Laurens Ober (14.46), 2:2 Benjamin Kyllönen (22.08), 2:3 Robin Soudek (25.42), 3:3 Krisztian Konya (54.44), 3:4 rigore decisivo: Kevin Puschnik (65.00)

HC Val Pusteria – EK Zeller Eisbären 8:6 (5:1, 2:1, 1:4)
1:0 John Lewis (3.14), 1:1 Maks Selan (6.44), 2:1 Davide Conci (7.03), 3:1 Max Oberrauch (10.52), 4:1 Tommaso Traversa (11.38), 5:1 Markus Gander (11.59), 6:1 Simon Berger (30.26), 6:2 Jürgen Tschernutter (34.54), 7:2 Davide Conci (35.31), 7:3 Christoph Herzog (49.23), 7:4 Maks Selan (49.50), 7:5 Mans Hansson (50.58), 7:6 Christoph Herzog (55.57), 8:6 John Lewis (59.23)

SG Cortina – EC Bregenzerwald 2:4 (1:0, 0:1, 1:3)
1:0 Remy Giftopoulos (10.11), 1:1 Johan Lorraine (20.28), 2:1 Remy Giftopoulos (41.59), 2:2 Stefan Söder (48.55), 2:3 Johan Lorraine (56.04), 2:4 Johan Lorraine (59.21)

Fassa Falcons – HC Gherdeina 4:3 (2:1, 2:0, 0:2)
0:1 Michael Sullmann (0.51), 1:1 Lucas Chiodo (7.11), 2:1 Linus Lundström (11.32), 3:1 Joseph Mizzi (31.38), 4:1 Massimo Zanet (39.30), 4:2 Bradley McGowan (40.30), 4:3 Matt Wilkins (55.18)

 

La classifica dell’Alps Hockey League dopo 20 giornate

1. HK Olimpija 44 punti
2. Rittner Buam 42
3. HC Val Pusteria 42
4. EHC Lustenau 41 (+1 partita)
5. VEU Feldkirch 35 (-2 partite)
6. EK Zeller Eisbären 34
7. Asiago Hockey 34 (+1 partita)
8. SG Cortina 33 (-1 partita)
9. Fassa Falcons 33 (-2 partite)
10. HC Gherdeina 33
11. Wipptal Broncos 30
12. Red Bull Juniors 28 (+1 partita)
13. HDD Jesenice 27 (-1 partita)
14. EC Klagenfurt II 20
15. EC Kitzbühel 19 (-2 partite)
16. Vienna Capitals Silver 18
17. EC Bregenzerwald 15 (-1 partita)
18. Steel Wings Linz 3

 

La classifica dell’IHL Serie A dopo 7 incontri

1. HC Val Pusteria 14 punti
2. SG Cortina 14 (+1 partita)
3. Rittner Buam 14 (+1 partita)
3. HC Gherdeina 11
5. Fassa Falcons 9
6. Wipptal Broncos 9 (+1 partita)
7. Asiago Hockey 7