Tante conferme in difesa per il Renon

I campioni d’Italia e dell´AHL del Renon, dopo aver ingaggiato il difensore Brad Cole, confermano altri sei difensori: capitano Christian Borgatello, Ivan Tauferer, Roland Hofer, Andreas Alber e Max Ploner. Fabian Ebner saluterà invece probabilmente il team dell’altopiano per motivi di Studio.

Per Christian Borgatello la prossima sarà la quarta stagione con la casacca del Renon. Il 35enne meranese ha mosso i primi passi nell’hockey giocato proprio con il team della sua città, disputando, dal 1999 al 2004, 186 incontri nel massimo campionato, impreziositi da 50 punti. Successivamente Borgatello ha vissuto un’esperienza all’estero, precisamente nel Regno Unito, prima con i Dundee Stars e successivamente con i Basingstoke Bison. Nel 2005 il terzino torna in Italia e precisamente a Milano, dove disputa 92 incontri e fa registrare 39 punti in casacca Vipers. Con il Milano si aggiudica anche lo scudetto.

Due anni più tardi il passaggio a Bolzano, dove vince tutto quello che c’è da vincere a livello italiano.  Prima conquista il titolo tricolore e la Supercoppa, poi nel secondo anno il triplete con scudetto, Coppa Italia e Supercoppa. Nell’estate del 2011 Borgatello opta per una nuova esperienza oltre confine, passando nel campionato EBEL, tra le fila del Fehervar. L’avventura in Ungheria, però, dura poco e, dopo 19 incontri, il terzino torna a Bolzano. Borgatello ha raccolto con i biancorossi 275 presenze in Serie A, realizzando 181 punti (26 reti e 155 assist).

Successivamente Borgatello ha giocato due stagioni per il Val Pusteria (58 partite, sei gol e 28 assist), per poi passare al Renon nel 2014. Con i “Buam” ha disputato 165 partite di campionato, segnando 144 punti (21 reti e 123 assist). Complessivamente, il meranese ha vinto quattro titolo in tre anni con il Renon. Nel 2015 si è aggiudicato la Coppa Italia, l’anno scorso lo scudetto e quest’anno ha vinto il “double” tra scudetto e Sky Alps Hockey League.

L’anno prossimo a Collalbo ci sarà anche Roland Hofer. Il 26enne di Vipiteno, che inizia la sua seconda stagione sul Renon, ha prima giocato per due stagioni nell´HC Bolzano in EBEL. Prima ancora ha giocato sei anni in Finlandia, dove ha esordito nel 2007 nel campionato Under 20 con l’HIFK Helsinki. A livello senior, il terzino dei “Buam” ha vestito anche le maglie di Sport Vaasa, Heki e Peelitat, formazioni di Mestis (la seconda lega finlandese). In complessive 160 partite di campionato ha raccolto 26 punti (5 gol e 21 assist). Le sue buone prestazioni e la sua solidità difensiva, lo hanno fatto entrare dal 2011 anche nel giro della nazionale azzurra. Hofer (1,82m x 90kg) si è dimostrato un difensore affidabilissimo, meritando la conferma anche per il prossimo anno. Quest´anno in 49 presenze ha collezionato 27 punti (5 reti, 22 assist).

Altre conferme arrivano poi per i 22enni Ivan Tauferer, Andreas Alber, Max Ploner e Christoph Vigl. Laureatisi quattro anni fa campioni d’Italia con la formazione Under 20 del Renon, hanno vissuto poi quasi tutti (tranne Vigl) la stessa gioia con la prima squadra, con la quale hanno vinto oltre l’AHL anche tre scudetti (2014, 2016 e 2017) e due Coppe Italia (2014 e 2015). A Vigl, che nelle stagioni 2014 e 2015 ha ancora giocato nella squadra juniores, mancano i tre trofei conquistati in queste due annate.

Nella prima stagione dell’AHL, Ivan Tauferer ha collezionato 52 presenze, chiudendo la stagione con 17 punti (4 reti, 13 assist). In Serie A, Tauferer è invece a quota 135 partite (5 gol e 20 assist). Andreas Alber, anche lui a quota 52 presenze nell’AHL, ha collezionato nove punti. Entrambi i giocatori hanno anche debuttato due anni fa nella nazionale A italiana.

Non prosegue, invece, l’avventura di Fabian Ebner in quel di Collalbo. Il 25enne, dopo due annate con il Renon, vuole dedicarsi allo studio. Prima di approdare ai Rittner Buam, il difensore ha sempre militato tra le fila dell’Appiano. Sia l’anno scorso che anche quest’anno Ebner è sempre stato tra i protagonisti del Renon, segnando anche la rete pesantissima del 2:1 in Gara 5 di Finale contro l’Asiago, che è valso lo storico trionfo nell’AHL. Oltre al titolo dell’AHL, Ebner si è aggiudicato anche due scudetti. I “Buam” hanno però già ufficializzato il suo successore, il canadese Brad Cole.